il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

La 'Festa dei vicini' non si farà, Confesercenti si schiera contro 'sagra selvaggia'

L’associazione prende posizione e condivide la scelta dell’amministrazione di ‘cancellare’ l’iniziativa del quartiere Po. Boschiroli: «Regole da rispettare. Va bene valorizzare le attività di zona, ma le ‘festine’ non possono diventare fiere»

La 'Festa dei vicini' non si farà, Confesercenti si schiera contro 'sagra selvaggia'

L’edizione dello scorso anno della ‘Festa dei vicini’ al quartiere Po

CREMONA - La premessa è distensiva: «Sia chiaro — mette le mani avanti il presidente Agostino Boschiroli — che non siamo contro gli eventi di animazione nei quartieri e, anzi, ci piacerebbe fossero anche più numerosi».
Ma il messaggio che segue è forte e chiaro: «Ma ad un patto — la puntualizzazione perentoria —: che siano veramente ‘di quartiere’. Nel senso: pensate per coinvolgere e valorizzare i negozi, le attività e le peculiarità della zona e solo quelle. E non, invece, organizzate con allestimenti da oltre cento stand e operatori persino da fuori provincia. Altrimenti, in quel caso, sono sagre a tutti gli effetti. E non ci sta più bene. Soprattutto, non ci sta più bene vengano spacciate per festine quando in realtà sono tutt’altro».
Confesercenti sulle barricate contro ‘sagra selvaggia’. E Il riferimento, evidente, è alla ‘Festa dei vicini’ originariamente in programma sabato 27 e domenica 28 maggio al Villaggio Po e poi ‘saltata’, fra le proteste e con le dimissioni dell’intero comitato di quartiere, proprio perché, secondo l’amministrazione, non aveva più le caratteristiche della manifestazione di nicchia. E, come tale, avrebbe dovuto rispondere — nell’assetto e nelle pratiche burocratiche preliminari — alla normativa regionale.
Si schiera decisa con il Comune, Confesercenti. In piena condivisione con il ‘no’ della giunta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

26 Maggio 2017

Commenti all'articolo

  • Antonio

    2017/05/27 - 12:12

    Allora, per coerenza, eliminiamo tutte le feste dell'Unità!

    Rispondi