il network

Mercoledì 19 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


SAN DANIELE PO

Chiusura ponte Verdi, scontro tra due province

Quella di Parma chiede l'apertura nelle fasce di servizio dei pendolari (come i sindaci), Viola (Cremona): 'No comment, non ho visto nemmeno il documento'

Chiusura ponte Verdi, scontro tra due province

SAN DANIELE PO - La decisione di chiudere totalmente il ponte Giuseppe Verdi per due mesi presa dalla Provincia di Cremona non è andata giù alla Provincia di Parma. E così, giovedì 13 aprile, il presidente Filippo Fritelli e il consigliere delegato alla Viabilità Gianpaolo Serpagli hanno preso carta e penna e scritto una lettera per chiedere l’apertura a fasce orarie, prendendo le parti dei sindaci di San Daniele Po, Roccabianca e Polesine-Zibello. Ma il presidente Davide Viola non si pronuncia: «No comment, non ho neppure visto il documento». Il braccio di ferro nasce dopo la missiva della Provincia di Cremona in cui si spiegavano i motivi del diniego all’apertura parziale tra le 6 e le 9 e tra le 18 e le 21.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

14 Aprile 2017

Commenti all'articolo

  • renzo

    2017/04/15 - 13:01

    È chiaro le province sono amministrate da due schieramenti politici diversi.... Questa è l'assurdità della viabilità importante amministrata localmente e non a livello nazionale. È come al solito si guarda il particolare e non l'interesse nazionale

    Rispondi