il network

Lunedì 24 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CAORSO

Altri 24 immigrati, proteste e timori a Muradolo

I richiedenti asilo provengono da Egitto, Gambia e Senegal. Nel capoluogo ce ne sono già 8 Battaglia: "Neppure avvisata, l’accoglienza non si gestisce così"

Altri 24 immigrati, proteste e timori a Muradolo

Il sindaco Roberta Battaglia e il cascinale di Muradolo

CAORSO - Altri 24 richiedenti asilo (sei senegalesi, due egiziani e i restanti del Gambia, tutti uomini di età compresa fra i 18 e i 30 anni) sono arrivati mercoledì 5 aprile in un cascinale storico situato lungo la strada provinciale di Muradolo, in località Cà Lagorio. E il sindaco Roberta Battaglia, al quale la comunicazione della prefettura è stata inoltrata solo martedì pomeriggio quando gli uffici comunali erano ormai chiusi, è su tutte le furie: "Ringrazio innanzitutto l’ennesimo privato che ha deciso di fare business sull’accoglienza affittando l’immobile per questo uso e fregandosene degli altri residenti — dice sarcastica — e poi ringrazio la prefettura per la comunicazione tempestiva".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

05 Aprile 2017

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2017/04/06 - 08:08

    L'agricoltore di turno che possiede un cascinale mezzo diroccato lo sistema alla c...o di cane e lo adibisce a ricovero di clandestini col bene placido di chi ? Possibile che gli amministratori non vengano informati ? Qualcuno dovrà verificare se ci sono le condizioni per concludere l'affare . Tutto nell'ombra come carbonari ? E le responsabilità dell'operato degli ospiti !!?? . Ma chi se ne frega ! Robe da mat .

    Rispondi

  • Nicola

    2017/04/05 - 21:09

    Ma perché non si possono pubblicare i nomi di coloro che affittano? In fondo sono i migliori esempi della nostra società, dunque che si sappiano i nomi di queste buone e progredite persone! Se non c'è nulla da nascondere, ovvio!

    Rispondi

  • enrico

    2017/04/05 - 20:08

    È ormai chiaro a tutti meno che ai nostri governanti che la politica di andare ha prenderli incentiva le partenze.

    Rispondi