il network

Giovedì 15 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Migranti, non hanno diritto all'asilo: stop all'accoglienza

Richieste respinte definitivamente, da Cremona se ne vanno dieci alla settimana: ma ne sono arrivati 21

Altri 20 migranti in arrivo, il Sindaco: non ne sapevo nulla

CREMONA - Senza sosta: 18 migranti sono arrivati giovedì scorso, tre sotto attesi mercoledì 5 aprile da Trapani e altri sei entro le prossime 48 ore da Agrigento. Ma se ne vanno anche: in media, da inizio anno, dieci alla settimana.

E se per il sistema locale è complicato garantire la dovuta accoglienza, non è più semplice assicurare l’altrettanto dovuto allontanamento. Questione di burocrazia ma non solo. Nel senso che, con la prefettura in prima linea, vengono coinvolte anche le forze dell’ordine, in primis la questura, per rintracciare i profughi e notificare i decreti. Che prima ancora della notifica devono essere tradotti e scritti nella lingua d’origine dei destinatari.
Ad oggi, come detto, provvedimenti di quel tipo sono una decina a settimana: raggiungono richiedenti asilo che si sono resi protagonisti di violazioni gravi all’interno o all’esterno delle strutture — reati come lo spaccio, ad esempio, o atteggiamenti violenti e danneggiamenti ai poli che lo ospitano — oppure chi non ha diritto alla protezione, con pronunciamento ratificato dal tribunale sulla base del parere espresso dalla competente commissione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

04 Aprile 2017

Commenti all'articolo

  • NICOLA

    2017/04/05 - 18:06

    Mammamia che cattivoni che mi stanno diventando i boldriboys!!!

    Rispondi

  • Antonio

    2017/04/05 - 11:11

    Intanto li abbiamo mantenuti al costo di 25 mila euro l'anno cadauno, poi rimangono qui da clandestini nell'illegalità più totale, tanto se li trovano al massimo avranno un foglio di via che si sa già che cosa ci faranno e che cosa si puliranno.

    Rispondi

  • angelo

    2017/04/05 - 10:10

    Il problema è che il trattato di Dublino imposto dai governanti europei e sottoscritto in pieno dai nostri finti governanti italiani, blocca la possibilità ai migranti di lasciare questo fantomatico "dysneyland". ???? in quanto alle diversità di cultura e mentalità mi devo scontrare anche io con le mentalità diverse dalla mia, italianissime.

    Rispondi

  • vittorio

    2017/04/05 - 09:09

    Il problema è voler essere politicamente corretti a tutti i costi . Non voler vedere , o dimenticare di proposito le preoccupazione della gente comune che ha paura dei comportamenti dettati da mentalità diverse che noi dovremmo accettare senza remore . Il tutto non in nome della pietà religiosa unilaterale , ma di interessi di personaggi senza scrupoli . La sintesi dell'articolo ? SOLITA PRESA PER IL CULO !

    Rispondi

  • roberto

    2017/04/05 - 08:08

    naturalmente i 10 alla settimana non se ne vanno, diventano clandestini sul territorio nazionale...e chi se ne va dall'italia? mica sono matti a lasciare disneyland..

    Rispondi