il network

Martedì 20 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Aree verdi, manutenzione al via con la collaborazione degli ospiti della Casa dell'Accoglienza

Aree verdi, manutenzione al via con la collaborazione degli ospiti della Casa dell'Accoglienza

CREMONA - L'arrivo della primavera e delle belle giornate ha permesso di intensificare i lavori di manutenzione delle aree verdi cittadine. Sono così iniziati gli sfalci dell'erba da parte degli addetti delle cooperative sociali, che si sono aggiudicate il relativo appalto, e proseguono gli interventi di riqualificazione delle panchine presenti nei parchi. Questa attività avviene in collaborazione con i ragazzi ospiti della Casa dell'Accoglienza grazie all'intesa tra Comune e Caritas Diocesana che prevede forme di volontariato a favore della collettività. Sono già state sistemate una decina di panchine nei giardini di piazza Roma, altre riqualificazioni sono in corso in via San Sebastiano, al parco Fazioli, in piazza Castello e in piazza Sant'Anna. Questi interventi proseguiranno nelle prossime settimane interessando tutti i quartieri della città.

Il personale del Servizio Progettazione Verde ha inoltre provveduto alla messa a dimora di un centinaio di alberi. I lavori hanno interessato la sistemazione delle nuove aiuole poste di fronte al City-Hub con la piantumazione di 49 essenze e la realizzazione dell'impianto di irrigazione. 18 essenze sono già state posate in via Francesco Soldi e altre 3 saranno messe a dimora in via Ca' del Vescovo.

Attenzione anche alla zona posta lungo il fiume, sulla strada alzaia (via Lungo Po Europa) dove sono state piantumate 12 nuove essenze in sostituzione di altrettanti pioppi ibridi che si erano seccati. In questi giorni è stato necessario rimuovere 13 essenze nella zona delle Canottieri in quanto completamente secche e staticamente pericolose: questi alberi saranno a breve sostituiti con dei celtis proseguendo l'operazione di rinnovo dell'intero filare.

E' in programma inoltre la piantumazione in viale Po di quattro sophore in sostituzione dei quattro platani ammalati di cancro rosa che erano stati abbattuti nei mesi scorsi ed altre 19 piante saranno messe a dimora in via Toti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

03 Aprile 2017

Commenti all'articolo

  • Nicola

    2017/04/04 - 14:02

    Un'idea per recuperare l'erba tagliata ci sarebbe..............!

    Rispondi

  • Antonio

    2017/04/04 - 10:10

    Notizie di cronaca dei mesi scorsi ci dicono che alcuni di questi ospiti sono stati beccati a spacciare proprio in qui giardini...

    Rispondi

  • vittorio

    2017/04/04 - 08:08

    Prima si parla dell'aggiudicazione di un appalto : questo significa che c'era la presenza di altri concorrenti che hanno partecipato per LAVORARE GRATIS !!!!!!??? . Poi si parla di un accordo tra Comune e vari compagni di merenda religiosi . Almeno mettetevi d'accordo... Vedere all'opera questi ragazzi con la scopa in mano che raggruppati in 4/5 attorno a una pianta non sanno cosa fare è sintomatico . Prima che diventino RISORSE ci vogliono anni per far capire a questi " ospiti " cosa significa LAVORARE !

    Rispondi