il network

Lunedì 19 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Bullismo, droga e violenza: "In stazione la legge del più forte"

Si moltiplicano le aggressioni (l’ultima resa dei conti sabato tra due sedicenni) e crescono i timori delle famiglie. Preoccupa il moltiplicarsi degli arresti per droga

Bullismo, droga e violenza: "In stazione la legge del più forte"

CREMONA - Una decina di spacciatori arrestati negli ultimi tre mesi. Ladri di biciclette che entrano in azione e droga di ogni tipo sequestrata. Una sequela di episodi di violenza che coprono un’ampia gamma della devianza: aggressioni a scopo di rapina, rese dei conti tra coppie, vessazioni e atti di bullismo, questuanti che entrano in rotta di collisione per occupare i posti migliori in cui chiedere l’elemosina, liti che degenerano, come avvenuto sabato 1 aprile, quando due sedicenni sono venuti alle mani tanto da far intervenire i carabinieri e poi i rispettivi genitori. A pochi metri, tra gli stalli di bus e pullman, quando scende il buio, gruppi di giovani e meno giovani bevono e consumano droga, per poi lasciare i resti dei loro bivacchi in bella mostra. Una situazione di progressivo degrado e di sempre più frequenti violenze la porzione di città che si trova davanti alla stazione ferroviaria e alla vicina stazione dei pullman. Le notizie di cronaca di queste ultime settimane e le vicende degli ultimi giorni non rassicurano affatto le centinaia di famiglie della città e di decine di paesi del circondario e il motivo è presto detto: da quelle due stazioni transitano due volte al giorno, migliaia di ragazzi che frequentano le scuole cittadine. Sabato la lite è stata innescata da un telefonino. pare che uno dei minor non l’abbia prestato all'altro e la tensione è salita, fino a sfociare in violenza. Secondo alcuni sarebbe spuntato anche un coltello ma la cosa è stata smentita dai carabinieri. I due ragazzi sono stati anche visti dai sanitari. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

02 Aprile 2017

Commenti all'articolo

  • ENRICO GIUSEPPE

    2017/04/04 - 10:10

    La cosa ancor più preoccupante e' che tutto questo avviene a due passi dalla Caserma dei carabinieri. Evidentemente questi personaggi non hanno timore di nulla....

    Rispondi

  • Andrea

    2017/04/03 - 12:12

    Beh, non male direi, e le nostre forze dell'ordine locali dove sono e cosa fanno....? Ma che domanda stupida che ho fatto......

    Rispondi