il network

Martedì 25 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASTELVERDE

Faccia a faccia con i ladri, chiusa dai banditi in camera da letto

Assalto a paura in una villetta di Costa Sant’Abramo: i malviventi pensavano che la casa fosse incustodita ma hanno trovato la 65enne che si è finta addormentata e l’hanno bloccata nella stanza

Faccia a faccia con i ladri, chiusa dai banditi in camera da letto

CASTELVERDE - Probabilmente pensavano che l’abitazione fosse incustodita, esattamente come quella adiacente che avevano appena saccheggiato. E così, dopo aver scassinato la porta d’ingresso, hanno iniziato a muoversi fra le stanze sicuri di non incontrare ostacoli. Invece, in camera da letto si sono trovati di fronte la proprietaria, ancora sotto le coperte per motivi di salute. ‘Faccia a faccia’ da incubo: la 65enne da una parte, che ha finto intelligentemente di dormire provando a superare il terrore di quel momento, e i due banditi a volto scoperto, che pur senza ricorrere a minacce e tantomeno alla violenza hanno proseguito per qualche secondo la loro ricerca di gioielli nel comò per poi chiudere a chiave la donna. Poi liberata dai carabinieri, nello specifico dal comandante della Compagnia, maggiore Livio Propato, che si trovava in zona per un servizio di perlustrazione ed è intervenuto a pistola spianata. L'episodio è avvenuto nella mattinata, intorno alle 10, di mercoledì 29 marzo in via XXV Aprile a Costa Sant’Abramo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

29 Marzo 2017

Commenti all'articolo

  • NICOLA

    2017/03/30 - 18:06

    E vorrei ben vedere!!!! Magari alla signora è passata per la testa anche l'idea di reagire??? Ma dove crede di vivere??? Non ci pensi nemmeno per scherzo!!! Adesso la prima aggredita che passa si arroga il diritto di difendersi, in barba alle leggi italiane, alla correttissima magistratura, alle politiche civili, umane, tolleranti e comprensive di chiesa, governo e onlus varie!!! Ma oooh, è facile passare dalla finta di dormire ad imbracciare un'arma e rovinare per sempre un semplice ladro, forse anche straniero e la sua famiglia a cui giustamente andrebbe già un indennizzo solo per l'ipotetica minaccia rappresentata dalla signora!!! Cucù, Italidiotiiiiii??? Vi svegliate????

    Rispondi

  • carmen

    2017/03/30 - 17:05

    non son ricorsi a minacce e tantomeno a violenze.....ma che bravi.....secondo il vostro articolo bisognerebbe premiarli? Ma va......

    Rispondi

    • 2017/03/30 - 17:05

      Ci siamo limitati a descrivere i fatti...

      Rispondi