il network

Mercoledì 19 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


VESCOVATO

Bolletta consegnata in ritardo, l'Enel taglia la luce

Il sindaco: presto uno sportello per adire alla vie legali

Bolletta consegnata in ritardo, l'Enel taglia la luce

VESCOVATO - Ancora disservizi nel recapito della posta. Questa volta è toccato ad una famiglia di Vescovato che si è vista staccare la luce. La bolletta e i solleciti di pagamento non sono arrivati e così l’ente gestore ha deciso di toglierle l’elettricità. Tra le ‘vittime’ c’è stato anche un altro vescovatino che si è visto recapitare un assegno di risarcimento danni da un’assicurazione ormai scaduto. Per poterlo incassare ha dovuto passare tra mille peripezie. Alla fine c’è riuscito, così come con Enel è stato chiarito l’equivoco della luce staccata, ma per i cittadini del Cremonese i problemi con la corrispondenza sembrano infiniti. Il sindaco Maria Grazia Bonfante: presto uno sportello per adire alla vie legali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

28 Marzo 2017

Commenti all'articolo

  • giuseppe

    2017/03/29 - 13:01

    Il problema dal mio punto di vista per il cliente Enel potrebbe essere più "facile" essendo che è stata ENEL nel mercato libero della corrispondenza a scegliere il vettore "Poste Italiane" per recapitare le proprie fatture. Quindi è Enel che paga il vettore per un servizio che non ha. Il cliente non può subire danno dal rapporto Enel/Poste Italiane quindi potrà fare causa ad Enel per i danni (e sono tanti se ci pensa) che Enel gli ha causato con il taglio dell'utenza per colpa del proprio vettore. Il primo giudice che condannerà pesantemente Enel farà svegliare la stessa a sorvegliare il proprio vettore o semplicemente a cambiarlo.

    Rispondi