il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA. IL RECUPERO

Colonie Padane, suggestivi effetti di luce

Approvcato dal Comune, in linea tecnica, il progetto esecutivo presentato da Fondazione Arvedi-Buschini

Colonie Padane, suggestivi effetti di luce

Nella foto simulata gli effetti luminotecnici alle Colonie Padane

CREMONA - Incassato lo scorso ottobre l’ultimo indispensabile via libera dalla Soprintendenza - l’autorizzazione di carattere monumentale-artistica -, ormai da tempo ultimate la pulizia degli interni con la rimozione delle parti eliminabili, a partire dalle pareti in cartongesso e dai serramenti con contestuale smantellamento degli assetti di magazzini e locali vari, stanno entrando nel vivo i lavori di riqualificazione delle Colonie Padane. Con il recupero che prende corpo nella forma, con gli interventi, e nella sostanza, con il progetto dello studio Arkpabi, elaborato dagli architetti Giorgio Palù e Michele Bianchi approvato dal Comune il 9 marzo scorso. ‘Approvazione in linea tecnica del progetto esecutivo, presentato dalla Fondazione Giovanni Arvedi e Luciana Buschini, per gli interventi di recupero da realizzarsi nell’immobile comunale denominato ‘Colonie Padane’ è il titolo della determina dirigenziale pubblicata all’albo on line dell’ente e firmata dal direttore dei Lavori Pubblici, Marco Pagliarini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

15 Marzo 2017

Commenti all'articolo

  • DAVIDE

    2017/03/15 - 18:06

    Qualcuno sa di preciso ma cosa faranno nelle colonie?

    Rispondi

  • cristian

    2017/03/15 - 13:01

    Ma per cortesia... Questo mi sembra un Luna Park. Se si deve fare un lavoro, bisogna farlo come si deve.. restituendo le Colonie Farinacci al loro principale scopo, cioè "colonie elioterapiche" e " luogo di aggregazione" gratuito per bambini e ragazzi che non possono permettersi il lusso di andare nelle costose canottieri cremonesi. Per qualche foto ( per vedere cosa realmente sia stata la "Colonia Farinacci" , posto un link con video originale del 1938 dell' Istituto L.U.C.E. : http://www.archivioluce.com/archivio/jsp/schede/videoPlayer.jsp?tipologia=&id=&physDoc=16177&db=cinematograficoCINEGIORNALI&findIt=false&section=/ ) Sbaraini Cristian

    Rispondi

    • gianfranco

      2017/03/16 - 21:09

      siamo nel 2017, il fascismo per fortuna è stato cancellato, i disatri fatti ci devono servire per migliorare e non prendere da esempio, il nostro vergognoso passato è stata una brutta parentesi, adesso questo sarà un luogo di tutti e per tutti.

      Rispondi