il network

Mercoledì 19 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMORANO

Si è spento a Venezia l'etologo Danilo Mainardi

Originario di Casalmorano, 83 anni, è stato uno degli etologi italiani più conosciuti, scrittore di divulgazione scientifica e commentatore televisivo

Si è spento a Venezia Danilo Mainardi

L'etologo Danilo Mainardi

CASALMORANO/SORESINA. Era uno degli etologi più celebri e stimati non solo in Italia. Danilo Mainardi si è spento mercoledì 8 marzo, a Venezia, all’età di 83 anni. Era conosciuto non solo per la sua frequente partecipazione a programmi televisivi di Piero Angela, come Quark e SuperQuark, ma anche per i numerosi libri che aveva scritto sul comportamento degli animali (l’ultimo, per Cairo Publishing, è intitolato La città degli animali). Di Mainardi ci resterà la passione per la natura e lo sforzo per raccontarla, senza interpretazioni antropomorfiche. Era docente emerito all’università Ca’ Foscari di Venezia e presidente onorario della Lipu. Cremonese originario di Casalmorano, in gioventù ha abitato a Soresina e frequentato il Manin di Cremona. Mainardi si è laureato nel 1956 a Parma in Biologia; dal 1967 al 1992 ha insegnato, presso la facoltà di Scienze e Medicina della stessa città, Zoologia, Biologia generale ed Etologia. Dall’anno 1973 è direttore della scuola di Etologia del centro Ettore Majorana di cultura scientifica di Erice. Era professore ordinario di Ecologia comportamentale presso la facoltà di Scienze Matematiche Fisiche Naturali dell’ università ‘Ca’ Foscari’ di Venezia. L’interesse principale dell’accademico è sempre stata l’evoluzione del comportamento sociale; tra i risultati più importanti della sua ricerca spicca la scoperta che anche le specie animali posseggono, in certa misura, la capacità di produrre e trasmettere cultura. Nel 2003 ha ricevuto a Milano il premio ‘Campione’ per la categoria ‘Ambiente’.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

08 Marzo 2017

Commenti all'articolo

  • DAVIDE

    2017/03/08 - 20:08

    Mi spiace veramente. Che la terra gli sia lieve

    Rispondi