il network

Mercoledì 19 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA PIACENTINA

Spacciatori in fuga, trovati i numeri dei clienti

Tre pusher sono scappati per i campi e hanno perso due telefoni, gettate anche le dosi di cocaina

Colluttazione con i carabinieri, arrestato uno straniero

MONTICELLI - Lo spaccio nelle campagne piacentine, con clienti prevalentemente cremonesi, resta una piaga difficile da curare come dimostra l’ennesimo ritrovamento: al confine fra Polignano e Monticelli, nelle vicinanze di un cavalcavia, i carabinieri hanno intercettato un gruppo di pusher che sono riusciti a fuggire ma che hanno abbandonato droga e alcuni effetti personali. Fra cui telefoni cellulari che risulteranno preziosi per le indagini, perché all’interno potrebbero esserci i numeri degli acquirenti appena contattati. E anche se vige stretto riserbo sulle indagini, è plausibile pensare che fra quei contatti ci siano anche persone di Cremona e del Cremonese che stavano per raggiungere la Bassa Piacentina alla ricerca delle ‘dosi’.

Nei mesi scorsi la compagnia di Fiorenzuola ha messo a segno diversi arresti nell’ambito dell’operazione ‘Myocastor’, volta a contrastare lo spaccio di eroina e cocaina a Caorso, Monticelli, Castelvetro, ma anche nel Lodigiano e con qualche puntata a Cremona. Sia con quell’operazione, che con quella successiva ambientata in alta Val d’Arda, sulle colline di Lugagnano, è stato accertato che buona parte della clientela proveniva da Cremona. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

02 Marzo 2017