il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Sicurezza urbana, prosegue l'impegno del Comune

Ampliamento videosorveglianza e nuove tecnologie: chiesto finanziamento alla Regione Lombardia

Sicurezza urbana, prosegue l'impegno del Comune

La videocamera installata al Maristella

CREMONA - Continua la ricerca di finanziamenti da parte dell’Amministrazione comunale per aumentare la videosorveglianza in città ed implementare la dotazione tecnologica della Polizia Locale. La Giunta ha approvato nella seduta odierna due progetti da presentare sull'apposito bando regionale che stanzia finanziamenti a favore della sicurezza urbana. Il primo progetto, per il quale viene chiesto il cofinanziamento da parte della Regione, riguarda l'installazione di altre sei videocamere - dopo le quattro recentemente attivate al Cascinetto, al Maristella, a San Felice e in via Giordano - in altrettanti punti della città individuati anche in accordo con i vertici delle Forze dell’ordine. Si tratta di aree interessate da problematiche di sicurezza di vario tipo che si possono affrontare anche con la videosorveglianza, utile sia per la prevenzione, in quanto ha un effetto deterrente, sia per la repressione in quanto rende più efficaci le indagini. L'intenzione, al momento, è di installare sistemi di ripresa video, utilizzabili dagli operatori delle centrali operative di Polizia Locale, Comando Provinciale Carabinieri di Cremona e Questura di Cremona, in queste zone: piazza del Comune, vero tesoro storico e monumentale della città, da tutelare da atti vandalici; viale Trento Trieste, incrocio con via via S. Antonio del Fuoco; largo Priori, dove si verificano spesso episodi di commercio abusivo e questua molesta; via Mantova zona S. Felice, importante snodo viario; via dei Cipressi, per la presenza del Civico Cimitero, altro monumento da tutelare; parcheggio ex Foro Boario per prevenzione e contrasto di reati. Questi punti sono già serviti dalla fibra ottica, indispensabile per il funzionamento delle videocamere perché l'intero sistema fa capo alla centrale operativa del Comando della Polizia Locale gestito da LineaCom. Il secondo progetto che verrà presentato sul bando regionale punta a dotare gli agenti di sistemi informatici, così da velocizzare e ottimizzare la loro attività. Questo avviene anche in considerazione dei positivi risultati che il Comune sta ottenendo con l’attività del controllo di vicinato, servizio che utilizza WhatsApp, partito recentemente in otto quartieri e in fase di ulteriore estensione. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale è intercettare altri fondi per garantire sempre più sicurezza in città e per continuare il lavoro in atto di trasformazione della Polizia Locale verso nuovi livelli di operatività, sia dal punto di vista tecnologico che di analisi ed ascolto del territorio, così da essere sempre più vicini alla cittadinanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

22 Febbraio 2017

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2017/02/23 - 08:08

    Bene per il Comando Provinciale Carabinieri , bene per Questura di Cremona , ma lasciamo perdere la polizia locale . Sappiamo tutti per cosa "lavorano" questi signori .

    Rispondi