il network

Sabato 21 Ottobre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Vigili più vicini ai cittadini

Presentato il bilancio dell'attività 2016 della polizia locale, tra i temi principali l'impiego della tecnologia (controllo di vicinato) per migliorare la percezione di sicurezza sia nel centro che nelle periferie

Vigili più vicini ai cittadini

CREMONA - “Un ruolo delicato ed importante quello della polizia locale perché svolto a stretto contatto con i cittadini ed anche con il loro coinvolgimento: i dati dimostrano un lavoro intenso e capillare che richiede soprattutto disponibilità e spirito di servizio, non una semplice applicazione della legge, ma l'individuazione, attraverso un lavoro di staff tra le varie unità operative, di interventi compiuti in vari ambiti (giudiziaria, ambientale, tributaria, infortunistica, stradale, commerciale ed annonaria) in sinergia con tutti i settori del Comune, in modo da fornire anche un utile supporto alla soluzione di problematiche riguardanti, ad esempio, la mobilità, e che vale sia per il centro che per le periferie”. Con queste parole l'assessore con delega alla Sicurezza Barbara Manfredini, al Comando di piazza della Libertà, affiancato dal Comandante Pierluigi Sforza e dal Vice Comandante Roberto Ferrari, ha introdotto l'illustrazione dell'attività svolta dalla polizia locale nel corso del 2016.

Passando in rassegna le varie voci del compendio statistico predisposto per l'occasione, l'assessore ha tenuto a rimarcare gli importanti risultati conseguiti nelle verifiche compiute per quanto riguarda la riscossione dei tributi locali, il ruolo che gli agenti, grazie ad un'apposita formazione, svolgono sul fronte dell'educazione stradale, dalle scuole per l'infanzia sino agli istituti di istruzione superiore: se il rispetto delle regole è infatti fondamentale perché migliora la convivenza civile, abituare le future generazioni a tenere un comportamento corretto sia quando vanno in auto, oppure in bicicletta o con altri mezzi, è una fondamentale attività di prevenzione.

La necessità di intensificare i rapporti con i cittadini, in modo da migliorare la percezione di sicurezza, è uno degli altri temi che l'assessore ha tenuto a rimarcare. Un'attività questa di estrema rilevanza affidata ai vigili di quartiere che, in sinergia con i locali Comitati, svolgono un'azione di ascolto e di presidio del territorio. Azione che recentemente è andata rafforzandosi attraverso il controllo di vicinato, ormai attivo in otto quartieri della città (Bagnara – Battaglione, Cavatigozzi, Giordano – Cadore, Maristella, Po, Risorgimento – S. Ambrogio, San Felice e Boschetto) e che prenderà prossimamente prenderà avvio a Borgo Loreto e nella zona circostante via Giuseppina. Un'esperienza che avviene sotto la regia della polizia locale proprio per assicurarne il corretto funzionamento.

Cospicuo anche l'impegno sul fronte commerciale mirato, tra l'altro, al contrasto del commercio abusivo, nonché l'attività di sorveglianza e controllo che avviene attraverso la centrale operativa, in stretto collegamento con le Forze dell'Ordine con le quali la collaborazione è quotidiana. Infine un sincero ringraziamento a tutti i componenti del Corpo che dimostrano un impegno davvero encomiabile nell'affrontare le esigenze che tendono a crescere e ad evolversi in continuazione, impegno che si associa alla volontà di essere sempre più presenti sul territorio con l'ausilio che le nuove tecnologie offrono.

13 Febbraio 2017

Commenti all'articolo

  • Andrea

    2017/02/14 - 11:11

    Caro Vittorio, mi ha rubato le parole di bocca...e' un vero schifo...!!! Oltre ad essere una vera presa per il c..o.....

    Rispondi

  • vittorio

    2017/02/14 - 09:09

    Ma siete veramente convinti che con un articolo dai toni deliranti potete prendere per il c..o i cittadini ? Sappiamo perfettamente a cosa servono i vigili !

    Rispondi