il network

Venerdì 21 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA PIACENTINA

Scacco alla banda delle collane, un arresto e tre denunce

Tutti nomadi romeni, in manette è finita una 36enne: i colpi tra Castelvetro, Monticelli e Caorso; forse anche tra Cremona e il Cremonese

Scacco alla banda delle collane, un arresto e tre denunce

Scacco alla banda di nomadi romeni specializzata nel furto di catenine ai danni di anziani. In passato ha colpito a Castelvetro, Monticelli, Caorso e forse anche a Cremona e nel Cremonese, ma ora i carabinieri della compagnia di Fiorenzuola hanno messo a segno un arresto (con mandato di cattura europeo) e tre denunce. I dettagli sull'operazione sono stati forniti dal comandante, maggiore Emanuele Leuzzi, e dai marescialli delle stazione dell'Arma che hanno avviato le indagini: Vincenzo De Luca per Monticelli e Nello De Bernardi per Caorso. Hanno spiegato che sono quattro gli episodi, avvenuti tra il 2014 e il 2015, attribuiti ai ‘trasfertisti’ romeni, tutti senza fissa dimora e con precedenti penali. In carcere è finita una 36enne, mentre tre suoi connazionali (un 24enne, una donna di 24 anni e una 43enne) sono ritenuti complici e sono stati denunciati a piede libero. La 36enne agiva in prima persona: avvicinava le vittime con la scusa di chiedere loro informazioni su come raggiungere l'ospedale. Poi, dicendo di volerli ringraziare per la disponibilità, offriva loro una presunta collanina d'oro, in realtà di scarsa bigiotteria. E a quel punto ne approfittava per strappare dal collo del malcapitato il gioiello vero. Poi scappava e saliva sull'auto su cui l'attendevano i complici, per poi darsi alla fuga. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Gennaio 2017

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2017/01/22 - 09:09

    Delinquenti romeni che vengono in trasferta per svolgere ogni tipo di attività illegale . Ma ! Chissà perché ? Forse perché sanno di poter fare quel c.... che vogliono senza correre alcun rischio ? Nooooo . Questi sono dei SIGNORI ,trattati come tali .

    Rispondi