il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA/CASTELVETRO

Bus sovraffollati: doppia corsa e torna il treno

Dopo il ‘tour’ con i pendolari, lettera del sindaco alla Regione. Immediata la risposta e la sollecitazione a Trenitalia: accolte le richieste di modifica sulla Cremona-Fidenza

Bus sovraffollati: doppia corsa e torna il treno

Il sindaco Quintavalla durante il suo tour

CREMONA/CASTELVETRO - Dopo l’indagine compiuta lunedì 16 fra i pendolari, il sindaco Luca Quintavalla ha scritto di nuovo alla Regione Emilia (la quale ha a sua volta interpellato Trenitalia) ottenendo garanzie sull’imminente risoluzione del problema affollamento sui bus della tratta Cremona-Fidenza: entrambi gli enti hanno assicurato l’ok alle modifiche richieste. Porte chiuse, non si scende Ma intanto emergono altre problematiche, perché alcuni lavoratori segnalano che neppure sui treni della linea la situazione è rosea: gli sportelli d’uscita, ad esempio, non sempre si aprono in tempo in quanto obsoleti. E così capita che qualcuno non riesca a scendere a Castelvetro, ma sia costretto ad attendere la stazione successiva, Villanova o Busseto. «Il pullman sostitutivo della corsa in partenza alle ore 14 da Cremona risulta non sufficientemente capiente - si legge sulla nota appena inviata da Quintavalla -, il numero degli studenti presenti a quell’ora risulta decisamente superiore al numero trasportabile: oggi (lunedì per chi legge, ndr) sono stati costretti a scendere 10-15 ragazzi, che hanno dovuto quindi attendere la corsa successiva delle ore 14.30. Per ridurre le attese dei ragazzi quella corsa può tranquillamente essere anticipata alle ore 14.15. Tutte le persone oggi presenti sul bus, circa 35, mi hanno espresso parere favorevole. Inoltre, l’autista mi ha confermato che l’anticipo alle ore 14.15 sarebbe una soluzione preferibile anche per le loro esigenze di viaggio».

Nella nota Quintavalla ribadisce anche la necessità di «riattivare la coppia di treni delle ore 14 in partenza da Cremona». Rapidissimo il riscontro ottenuto, perché i funzionari regionali hanno contattato Trenitalia ordinando di procedere «con la massima rapidità compatibile con i tempi di adeguamento dei sistemi di informazione e vendita» e il gestore si è detto disponibile. Così a breve, probabilmente già in febbraio, la corsa sostitutiva BO613 delle 14.30 partirà da Cremona alle 14.15. A Quintavalla è stato anche risposto che «non ci sono dubbi ad accettare l’introduzione di una coppia di treni al posto dei bus alle 14». Modifica che scatterà a giugno e che proseguirà il prossimo anno scolastico, garantendo agli studenti di Cremona maggiore capienza - visto che il treno ha più posti del bus - e ritorno a casa in tempi più rapidi. Con la speranza che, nel frattempo, vengano riparate anche le porte dei convogli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

18 Gennaio 2017