il network

Giovedì 15 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


TRIGOLO

Muore dal dolore 48 ore dopo la moglie

Storia di amore più forte del destino, il corpo dell'uomo ritrovato in casa dal figlio poco prima dei funerali della mamma

Muore dal dolore 48 ore dopo la moglie

La parrocchia di Trigolo

TRIGOLO - Insieme in vita e uniti anche nella morte. Battista Cavagnoli non ce l’ha fatta a restare lontano dalla moglie Germana Locatelli. O meglio non ce l’ha fatta il suo cuore. Lei è morta sabato e neanche 48 ore dopo lui l’ha raggiunta. A trovarlo, lunedì mattina, è stato il figlio, che era passato a prenderlo per accompagnarlo all’obitorio; insieme avrebbero dovuto scortare la salma di Germana fino a Trigolo, dov’era in programma il funerale, ma quell’ultimo tragitto Cavagnoli non l’ha nemmeno iniziato. Da poco, nel sonno, aveva già intrapreso un altro viaggio. Verso la sua compagna di sempre.

Stando a quanto si è appreso, il pensionato è morto nel sonno. Serenamente. Portava bene i suoi 84 anni, e a parte gli acciacchi tipici dell'età non aveva grossi problemi di salute. La consorte, di tre anni più giovane, si è spenta invece dopo una lunga malattia, combattuta con coraggio e dignità. Sabato, per la prima volta dopo oltre mezzo secolo, i loro sguardi non si sono incrociati, ma alla fine neanche il destino è riuscito a tenerli divisi. Non più di due giorni. Amici e conoscenti dell’84enne raccontano che lui non avrebbe mai voluto partecipare ai funerali della moglie, e che avrebbe preferito andarsene lui per primo. Non gli è stato possibile, e domenica, alla vigilia del rito delle esequie, aveva confidato ad alcune persone una frase che non dimenticheranno più: «Ho chiesto a Germana di tenermi il posto lì con lei». Poche ore dopo aver pronunciato quelle parole, ha chiuso gli occhi e l’ha ritrovata. Una batosta per i figli Stefano e Raffaella, costretti in 24 ore a partecipare ai funerali di entrambi i genitori, ma chi crede che i due decessi così ravvicinati non possano essere un caso, e che la dicitura ‘cause naturali’ mai come stavolta spieghi poco o nulla di come siano andate veramente le cose, riesce quasi a scorgere un lieto fine alla loro storia. E un insegnamento, che a volte l’amore riesce davvero a beffare la morte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

17 Gennaio 2017