il network

Venerdì 16 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA . NEGOZI IN CRISI

L'Ascom: troppo timidi i risultati della rigenerazione urbana

Il presidente dell'Ascom: serve uno sforzo per ripensare la città

Negozi in crisi, l'Ascom: il Comune ha fallito

Vittorio Principe

CREMONA - "Guardo con preoccupazione agli 'indicatori' che vengono pubblicati in questo inizio d’anno: su tutti il calo del turismo o l’andamento delle vendite in occasione del Natale. Non mi aiuta a guardare con fiducia al 2017 neppure lo sviluppo dei poli di media e grande distribuzione o - allargando gli orizzonti - la riforma incompiuta di riorganizzazione delle autonomie locali. A metà del mandato mi paiono timidi i segni di quella 'rigenerazione urbana' promessa ma che fino ad oggi stenta a concretizzarsi. Allora, come Confcommercio, siamo a richiamare l’utilità di uno sforzo per ripensare la città che ci porti a guardare alle linee di sviluppo in modo nuovo". A parlare così è il presidente di Confcommercio Cremona, Vittorio Principe. "Quando si affrontano temi come quello della accessibilità del centro, della viabilità o della sosta, della animazione e del ripensamento nelle funzioni dei contenitori dismessi non si tratta (come qualcuno talvolta vorrebbe supporre) solo di dare qualche speranza alla categoria dei commercianti, ma di riqualificare la città con un piano di ampie prospettive, di ripensarla in una visione futura".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Gennaio 2017