il network

Giovedì 20 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Emergenza senza fine. La 'mal'aria' non concede tregua

Quattro giorni consecutivi con le polveri sottili (Pm10) e il particolato fine (Pm 2,5) oltre la soglia di allarme

Emergenza senza fine. La 'mal'aria' non concede tregua

Resta da mascherina l'aria di Cremona

CREMONA - È sempre rossa, Cremona, sulla mappa di Arpa Lombardia. E rosso è il colore dell’emergenza: smog senza tregua. È una morsa che non si allenta, quella delle polveri sottili: anche lunedì 2 gennaio (ultimo dato a disposizione ndr), esattamente come nei tre giorni precedenti, Pm 10 fuorilegge, con valori che, a dispetto della soglia di attenzione fissata a cinquanta microgrammi per metro cubo, sono stati rilevati a 92 microgrammi al metro cubo in piazza Cadorna, a 91 in via Fatebenefratelli e ad 89 a Spinadesco. Mal’aria da quattro giorni consecutivi. E da allarme sono anche le concentrazioni delle ancora più insidiose Pm2,5, il particolato fine: lì la quota massima tollerata è di 25 microgrammi al metro cubo e, invece, le nano particelle sono state isolate a 83 microgrammi per metro cubo in piazza Cadorna, a 85 in via Fatebenefratelli e a 74 a Spinadesco. Scenario da incubo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

03 Gennaio 2017