il network

Venerdì 21 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA. NO SLOT

Altro bando per il contrasto del gioco d'azzardo

Due milioni di euro dalla Regione ai Comuni per iniziative dedicate al mondo della scuola e dello sport: lotta serrata

Altro bando per il contrasto del gioco d'azzardo

Roberto Maroni e Viviana Beccalossi contro la ludopatia

CREMONA - Contrasto alla ludopatia avanti tutta: nel pieno delle polemiche che, a livello locale, hanno contraddistinto l’ordinanza del sindaco Gianluca Galimberti che limita gli orari di accesso alle sale slot, con apertura per massimo otto ore, a rilanciare sul piano della lotta all’azzardo è la Regione. Con un nuovo bando da due milioni di euro a disposizione dei Comuni che sarà lanciato nel giro di qualche settimana e con una serie di iniziative pensate per coinvolgere il mondo delle scuole e quello dello sport.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

02 Gennaio 2017

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    2017/01/05 - 15:03

    Gentile redazione purtroppo devo comunicare che senza la collaborazione dei sindaci della provincia di cremona non si risolve la lotta alla ludopatia , ieri presso il centro commerciale di gadesco ( ipercremona ) la sala gioco delle slot macchine era strapiena di giocatori di cui la maggioranza erano pensionati . Questa mattina il bar situato nel comune di malagnino anch'esso era pieno di persone che giocavano alle slot e premetto che detto bar dista solo poche decine di metri dell'oratorio dal parco giochi e dalla scuola materna elementare nonché di soli 25 metri dagli uffici comunali di Malagnino e tutto in barba alla recente legge regionale che vieta l'installazione di slot macchine nelle vicinanze di punti sensibili quali oratori parchi giochi e scuole . Per il bene delle famiglie dei ragazzi e degli stesi giocatori chiedo l'intervento degli organi preposti di effettuare verifiche affinché sia rispetta la legge regionale sull'installazione delle slot machine . Antonio

    Rispondi

  • Giovanni

    2017/01/03 - 09:09

    Ottima iniziativa del sindaco di cremona , purtroppo molti giocatori d'azzardo si riversano nei paesi in provincia di cremona e questo perché i sindaci delle provincie cremonesi non attuano alcuna ordinanza come quella attuata dal sindaco di cremona , in particolare nei paesi vicini come Castelverde, Pizzighettone ,malagnino , gadesco pieve del mona , c'è un forte aumento di giocatori d'azzardo provenienti dalla città di cremona , credo il sindaco di cremona e la regione Lombardia dovrebbero sensibilizzare tutti i comuni della provincia per emettere ordinanza sul gioco d'azzardo, in particolare il comune di Malagnino dove le macchinette slot sono installate presso il bar a poche decine di metri dell'oratorio e dalla scuola e in questi giorni le macchinette slot vengono prese d'assalto dai giocatori d'azzardo provenienti dalla città di cremona , spettabile provincia vorrà pubblicare un articolo al riguardo che purtroppo così l'ordinanza del sindaca di cremona resta vana .

    Rispondi