il network

Giovedì 20 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


SONCINO

Ladri macellai, fenomeno in aumento

L'Arma: si procurano la carne per i banchetti delle feste

Ladri macellai, fenomeno in aumento

Foto d'archivio

SONCINO - E’ in crescita in tutta Italia, soprattutto nel nel Nord, e ora il fenomeno raggiunge anche il borgo: animali uccisi e macellati dai ladri sul posto per consumarli poco dopo. Questo nuovo modus operandi dei ladri di bestiame sembra raggiungere il picco dei casi soprattutto durante le feste natalizie. L’episodio dei maialini sgozzati e rubati in una cascina del borgo non è isolato: solo in questa settimana, a Ghedi, a soli 30 km da Soncino e nel lecchese a Bulciago si sono registrati altri due casi di animali macellati sul posto per rubarne le carni. Si tratta di una modalità di ‘abigeato’ (furto di animali, ndr) nuova per il nostro territorio e i carabinieri la stanno studiando: «Molto probabilmente non si tratta di furti destinati poi allo smercio delle carni sul mercato nero — spiega il comandante dell’Arma a Soncino Paolo Rosin, commentando l’episodio del borgo —, bensì di un colpo fatto per assicurarsi il maiale da mangiare a Natale e Capodanno. Se si trattasse di furto per la rivendita non sarebbe conveniente uccidere gli animali». I militari nel frattempo sono sulle tracce del responsabile del ‘macello’ nella porcilaia soncinese e le indagini procedono spedite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

28 Dicembre 2016