il network

Domenica 23 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Ibis, chiusura rimandata: nuove speranze per i dipendenti

I gestori hanno comunicato la decisione proseguire l’attività almeno fino al 13 marzo 2017, il 13 gennaio il cda della proprietà deciderà se salvare posti di lavoro e albergo affidandolo a nuova società

Ibis, confronto duro

L'esterno dell'hotel Ibis di via Mantova a Cremona

CREMONA - Inattesa svolta positiva nella vicenda dell’Ibis, l’Hotel di via Mantova per il quale i gestori della AccorHotels avevano deciso la chiusura (e il conseguente licenziamento dei 13 dipendenti) sabato 31. Il lungo confronto tra i sindacalisti (Mario Giuseppe Santini di Filcams Cgil e Marco Tencati per Uil Tucs), il responsabile del personale di Accor Italia, Dionigi Orlandi Venturelli, e gli stessi dipendenti ha infatti portato novità che fanno ben sperare. I gestori hanno comunicato la decisione proseguire l’attività almeno fino al 13 marzo 2017, quando scadrà il contratto d’affitto stipulato tra Accor e la società Eulaia di Pistoia, proprietaria dell’immobile. Venerdì 13 gennaio, infatti, il consiglio di amministrazione esaminerà l’exit strategy alla quale si sta lavorando in questi giorni: l’Ibis dovrebbe continuare la sua attività, passando sotto il controllo di una società ad hoc che lo gestirebbe, sgravando Accor ma puntando a conservare nome e marchio grazie all’eventuale stipula di un contratto di franchising con gli attuali gestori.

Se dall’appuntamento di metà gennaio arriverà l’auspicato ‘disco verde’ a questa ipotesi, tutti i 13 dipendenti dell’Ibis passeranno in forze alla nuova società tramite la cessione del ramo d’azienda, ricevendo da Accor la liquidazione ma non perdendo il posto di lavoro.

21 Dicembre 2016