il network

Giovedì 15 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


SESTO CREMONESE

Lascia il vigile Baccanti, va a Casalbuttano

Dopo vent'anni di servizio, l'ufficiale della polizia locale lascia il comune

Lascia il vigile Baccanti, va a Casalbuttano

Luciano Baccanti

SESTO - Dopo vent’anni di servizio l’ufficiale della polizia locale Luciano Baccanti lascia Sesto. Resterà al suo posto fino al 30 dicembre e dal 2017 comanderà i ‘ghisa’ dell’Unione comuni lombarda di Casalbuttano e Corte de’ Cortesi con Cignone, dove lavora già dall’autunno 2015 grazie ad una convenzione. Assunto come semplice agente nel dicembre del 1996, Baccanti, dopo aver frequentato il corso regionale di formazione, in tutti questi anni ha profuso il massimo impegno per garantire il rispetto del codice della strada, collaborando con le varie amministrazioni. Nel 2005, vincendo il concorso, è stato promosso ufficiale. Tra i progetti realizzati durante la sua lunga carriera sestese spicca l’istituzione dei ‘nonni vigile’ (i volontari in servizio alle scuole), i corsi di educazione stradale ai ragazzi, la formazione ai proprietari dei cani per conseguire il ‘patentino’, la dislocazione dell’impianto di videosorveglianza a Sesto e Casanova per prevenire i furti e dell’autovelox sulla Paullese per combattere l’alta velocità. Per non parlare del pattugliamento del territorio con l’accordo raggiunto con i comuni di Spinadesco, Grumello e Crotta d’Adda e l’attività di polizia giudiziaria contro i reati nel campo edilizio ed ambientale. «Facendo tesoro della grande esperienza accumulata in tutti questi anni a Sesto – afferma Baccanti - Comune al quale credo di aver dato molto, ho deciso di accettare la proposta di trasferimento partita proprio dagli amministratori dell’Unione di Casalbuttano e Corte de’ Cortesi». «Dispiace perdere quello che per me era ormai diventato il referente in materia di polizia locale – afferma il sindaco Francesca Maria Viccardi –. Lo ringrazio per tutti questi anni di impegno lavorativo e gli auguro tante soddisfazioni professionali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Dicembre 2016