il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

La storia di Alina, grazie al robot è tornata a camminare

Dopo un anno di paralisi alle gambe ha mosso i primi passi grazie ad un esoscheletro ipertecnologico e ora lavora alla casa di riposo di Sospiro

La storia di Alina, grazie al robot è tornata a camminare

Un esoscheletro

CREMONA - Le nuove tecnologie stanno cambiando il mondo in modo molto più profondo di quanto si riesca ad immaginare. La fantascienza è stata superata dalla realtà? Lo si potrebbe pensare seguendo la storia della cremonese Alina, alla quale la tecnologia ha ridato la possibilità di camminare dopo un anno di paralisi alle gambe, a seguito di un incidente d’auto. Alina, che lavora alla casa di riposo di Sospiro e che ha subito una lesione incompleta al midollo spinale, è uno dei pochi pazienti che hanno avuto l’opportunità di essere inseriti in un programma di riabilitazione incentrato sull’utilizzo di un esoscheletro robotizzato che le permette di stare in piedi e di muovere le gambe. Questa tecnologia è stata adottata sino ad oggi soltanto da sette centri specialistici in tutta Italia, tra cui la Domus Salutis di Brescia, dove Alina si è sottoposta a questo programma e ha iniziato un nuovo capitolo della sua vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

28 Novembre 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000