il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA BRESCIANA

Fanno pipì sui muri delle case, presi e multati

Nei guai quattro giovani bresciani, tre residenti a Orzinuovi e uno a Roccafranca, fermati dai carabinieri. Rischiavano un’ammenda di 10mila euro: ‘graziati’, ne pagheranno 150 a testa

Fanno pipì sui muri delle case, presi e multati

I carabinieri della caserma di Orzinuovi

BASSA BRESCIANA - Ancora quattro denunce agli incivili che fanno pipì sulle case nel centro storico della città e urlano interrompendo il sonno dei residenti. Nella ‘Capitale della Bassa’, meta della vita notturna di tutti i Comuni vicini, quella degli ubriachi molesti e ‘incontinenti’ è ormai diventata una vera e propria piaga sociale che ha portato carabinieri e municipio a usare il pugno duro. Il Comune ha assunto un vigilante mentre i militari non risparmiano multe e denunce a chiunque venga colto sul fatto.

Sono due ventunenni, un diciannovenne e un diciottenne i giovanissimi vandali sorpresi nei giorni scorsi nelle vie del centro da una pattuglia dei carabinieri di via Vittorio Veneto: tre di questi sono orceani, uno abita nella vicina Roccafranca. Per tutti è subito arrivata la denuncia per ubriachezza molesta e per quelli sorpresi in flagrante a far pipì per strada si è aggiunta anche la multa per ‘atti contrari alla pubblica decenza’. Dar sfogo alla propria incontinenza non è più un reato, essendo stato depenalizzato, ma il comportamento è punito con multe salatissime che vanno dai 5 ai 10mila euro. Per questa volta, considerando anche la giovane età delle persone coinvolte, i carabinieri hanno scelto di essere clementi contestando un illecito alla normativa municipale e non statale. I giovani dovranno pagare quindi una multa di 150 euro a testa, contro i 10mila previsti dalla legge nazionale.

19 Novembre 2016