il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Donna accoltellata sul treno, c'è un identikit

L'aggressore sarebbe un uomo robusto, alto non meno di un metro e 85 centimetri, forse anche un metro e 90, con i capelli brizzolati

Donna accoltellata in treno: e i vigilantes?

Gli uomini della sicurezza sui treni

CREMONA - Ancora non ci sono sviluppi investigativi significativi ma la polizia sta continuando ad indagare sull’aggressione, che resta misteriosa, avvenuta la scorsa settimana sul treno, dove una 54enne di Malagnino, Monica Conca, era stata accoltellata. La cremonese sta meglio e gli inquirenti stanno continuando a passare al setaccio immagini del circuito cittadino di videosorveglianza nel tentativo, complicato, di dare nome e volto al suo aggressore. C’è una sorta di identikit: a firmare l’agguato è stato un uomo robusto, alto non meno di un metro e 85 centimetri, forse anche un metro e 90, con i capelli brizzolati. Restano aperte le due ipotesi: il tentativo di rapina degenerato — opzione però esclusa con certezza dalla vittima, visto che il suo aggressore né ha chiesto soldi né ha tentato di rubare la borsetta — o l’azione di uno squilibrato. E sarebbe, questa, la pista più inquietante. Ma anche, a questo punto, la più probabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

17 Novembre 2016