il network

Martedì 11 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Sottopasso di via Brescia, causa al Comune, "danni per 140 mila euro"

Il risarcimento chiesto dalla proprietaria dell’edificio in via Brescia 121 con pizzeria annessa

Sottopasso di via Brescia, causa al Comune, "danni per 140 mila euro"

Il sottopasso di via Brescia

CREMONA - Il sottopasso di via Brescia finisce di nuovo sul tavolo di un giudice. Stavolta, è la proprietaria della palazzina al civico 121 di via Brescia, che si affaccia anche su via Cavo Cerca, un edificio con pizzeria affittata al piano terra, a chiedere al Comune un risarcimento di 140mila euro per il ‘sensibile decremento’ di valore dell’immobile a suo dire causato sia durante che dopo il completamento dei lavori dell’infrastruttura. Ma anche dalla nuova viabilità della zona. Giovedì 10 novembre davanti al giudice Giulia Maria Lignani si è tenuta la prima udienza del procedimento promosso da Maria Masseroni, rappresentata dagli avvocati Luca Curatti e Giuseppe Manfredi, contro il Comune, assistito dall’avvocato Giuseppe Passi

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

10 Novembre 2016