il network

Sabato 17 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA. INTERVISTA ESCLUSIVA

"Ho avuto paura di morire. Sono salva per miracolo"

Il racconto di Monica Conca, la donna aggredita mercoledì 9 novembre sul treno Cremona-Mantova

"Ho avuto paura di morire. Sono salva per miracolo"

Un controllo della polizia ferroviaria su un treno

CREMONA - «Sono salva per miracolo»: il giorno dopo l’ancora misterioso agguato sul treno, Monica Conca reagisce da donna forte. Prova a superare lo choc e il ricordo del sangue, «che questa notte si è ripresentato svegliandomi sotto forma di due flash», e lo fa reagendo. Già pronta a ripartire. Dalla consapevolezza che il dramma di cui è rimasta vittima poteva essere, anche, tragedia. E lo sa bene, la 54enne di Malagnino: «La coltellata al collo - riferisce - ha lesionato una vena ma non la giugulare, solo sfiorata dalla lama impugnata da quel pazzo. Pochi millimetri e sarebbe stata la fine. E poi quello ha tentato anche di accoltellarmi all’addome: per fortuna il piumino pesante che indossavo ha attutito il colpo e mi ha salvata». Parla con la voce bassa, Monica. Lo fa dal letto del reparto di Chirurgia Vascolare, al quarto piano dell’ospedale Maggiore, in cui è ricoverata. Sta meglio. Al fianco, all’ora delle visite, lo zio Erminio. La assiste mentre la cremonese prova a mangiare. E intanto rivive la paura. Dall’inizio alla fine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

11 Novembre 2016

Commenti all'articolo

  • 2016/11/11 - 10:10

    ovviamente il criminale sarà bianco,lavoratore e istruito....................

    Rispondi