il network

Mercoledì 21 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Arte, storia e golosità: ecco la Festa del Torrone

L'evento che si svolgerà a Cremona dal 19 al 27 novembre è stato presentato a Palazzo Pirelli

Arte, storia e golosità: ecco la Festa del Torrone

La presentazione della Festa del Torrone

MILANO - Duecentocinquanta appuntamenti, con laboratori, animazioni, spettacoli itineranti, cibo e tanta tradizione. E’ la Festa del Torrone che si svolgerà dal 19 al 27 novembre a Cremona e che è stata presentata a Palazzo Pirelli, presenti il presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo, l’assessore alle Culture e Identità Cristina Capellini e il consigliere regionale Carlo Malvezzi (Lombardia Popolare). La manifestazione è un vero e proprio viaggio nel tempo, tra storia, dolcezze, arte e golosità.

“Si tratta – ha sottolineato il presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo - di un evento di qualità che rappresenta un a valore non solo per la città di Cremona ma anche per tutta la Lombardia.  Questa festa mette insieme infatti l’arte liutaria e quella dolciaria, coniuga la tradizione con l’innovazione. E lo fa riuscendo a ricavare dal passato, dalla forza della tradizione, una proposta utile per il presente e che, grazie alle energie produttive locali, rappresenta un elemento che contribuisce alla ricchezza del territorio”. 

“In questo contesto – ha detto il consigliere regionale Carlo Malvezzi – la città esprime il meglio di sé, consapevole di una storia millenaria che però è viva. Con la Festa del Torrone di Cremona la tradizione infatti parla e ci parla, rappresenta uno straordinario biglietto da visita per la città”.

La manifestazione rievocherà anche lo storico matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti  e prevede, oltre alla sfilata storica di sbandieratori, musici e giochi di fuoco, anche uno spettacolo con dama vivente e farfalle luminose.  “La Festa – ha detto l’assessore Cristina Cappellini –rappresenta un importante elemento identitario, racconta la storia della città di Cremona ei suoi legami con Milano. E non  tralascia di diffondere e valorizzare gli aspetti legati alla voglia di fare della città e che si esprimono anche nelle prelibatezze enogastronomiche e nella sapienza artigiana che ha la sua massima espressione con la liutaria, che per la Lombardia rappresenta un orgogliosa  tappa tra i siti Unesco”.

Alla presentazione era presente tra gli altri anche l’Assessore cremonese alla Città Vivibile e alla Rigenerazione urbana Barbara Manfredini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

08 Novembre 2016