il network

Giovedì 15 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Virgilio scuote alleati e avversari: 'Basta litigare, ora il dialogo'

Virgilio scuote alleati e avversari: 'Basta litigare, ora il dialogo'

Andrea Virgilio

CREMONA - Durante ma ancor più dopo le ultime elezioni se ne sono dette di tutti i colori. Uno scambio di accuse continuo che sembra andare al di là della normale dialettica, dello scontro fisiologico tra maggioranza e minoranza. L'ultimo esempio il botta e risposta al vetriolo sul sottopasso di via Brescia con 'opposizione che ha rinfacciato alla giunta di prediligere scelte "basate puramente su un'istanza politica e ideologica" e l'amministrazione che ha replicato per le rime rimproverando ai suoi critici di "un atteggiamento stupefacente" e di "avere la coda di paglia". In questo clima surriscaldato acquista, quindi, ancora maggior valore l'invito controcorrente, se non proprio alla collaborazione (in effetti, sarebbe troppo) al "dialogo" lanciato da uno degli esponenti più autorevoli della coalizione alla guida della città e del Pd, il principale partito del centrosinistra: l'assessore all'Area Vasta Andrea Virgilio."E' necessario tenere un filo tra maggioranza e minoranza - dice -. Un filo che ha come obiettivo il confronto, è impensabile andare avanti in questo modo", Virgilio parla all'opposizione ma anche - ed è forse questo l'aspetto politicamente più significativo del tentativo di mediazione - ai 'suoi'. "La mia è una riflessione rivolta a tutti, c'è una percezione di arroganza reciproca da parte di uno schieramento verso l'altro. Qualunque tipo di dibattito anche aspro, com'è giusto e normale che sia, va incanalato nelle sedi istituzionali".

05 Novembre 2016