il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Moschee: il Comune non risponde alla Regione

L'assessore Beccalossi ha chiesto a tutti i Comuni lombardi la mappatura dei luoghi di culto islamici. Il 'silenzio' di Galimberti e altri 77 sindaci della provincia

Moschee: il Comune non risponde alla Regione

Fedeli in preghiera al Centro islamico di Cremona

CREMONA - "Vi chiedo, per quanto in vostro possesso e nell’assoluto rispetto delle competenze nell’ambito dell’ordine pubblico, di conoscere la ‘mappatura’ dei luoghi di culto - in particolare, le moschee, i centri culturali islamici e le scuole coraniche - presenti sul vostro territorio». Era uno dei passaggi della lettera inviata ai Comuni a luglio, dopo la strage di Nizza, da Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo a tutti i sindaci della Lombardia e, per conoscenza, ai prefetti. L’iniziativa si inquadra nell’ambito del nuovo incarico affidatole dal presidente Roberto Maroni con l’obiettivo di «coordinare e monitorare le azioni mirate a rendere ancora più sicuri i nostri cittadini, partendo da ulteriori verifiche sulla leggere regionale per la realizzazione dei nuovi luoghi di culto». Il termine per rispondere alla richiesta del Pirellone scade lunedì 31 ottobre: Cremona, informano dalla Regione, non lo ha fatto. Silenzio anche da altri 77 dei 115 Comuni della provincia. Il capoluogo, quindi, ha poche ore per mettersi in linea con la sollecitazione della Regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

29 Ottobre 2016

Commenti all'articolo

  • Chitto'

    2016/10/31 - 06:06

    Non si strumentalizza sulla pelle dei cittadini.

    Rispondi

  • DAVIDE

    2016/10/29 - 21:09

    Per i vili è meglio non rispondere: significa esporsi!

    Rispondi