il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


EMERGENZA NUTRIE

Il ministro Galletti: si risolve senza ideologia

Convegno partecipato al Cittanova dal titolo appunto «Salvaguardare la biodiversità senza ideologie»

Nutrie, il ministro Galletti: serve un impegno costante e continuato nel tempo

Il ministro Galletti al Cittanova

CREMONA - Sono 3 milioni in Lombardia, addirittura una ogni tre abitanti nella nostra provincia. Provocano danni incalcolabili all’agricoltura, all’ambiente, al sistema idrogeologico (fognature ed argini compresi) e sono un pericolo pure per le persone. Sono le nutrie, specie non autoctona introdotta in Italia per la produzione di pellicce e poi proliferata in modo incontrollato. Di questo si è parlato al Cittanova lunedì 24 ottobre nel pomeriggio, in un partecipato convegno su «Salvaguardare la biodiversità senza ideologie» promosso dalla Fondazione Una onlus al quale è intervenuto anche il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti che ha detto:«Sul contenimento delle nutrie siamo intervenuti con il Collegato Ambientale per colmare un vuoto normativo, prevedendo che le regioni possano provvedere, con il supporto tecnico di Ispra, a interventi organici di contenimento numerico. Oggi dunque ci sono tutti gli strumenti legali per operare, ma serve un impegno costante e continuato nel tempo. Risorse, approccio scientifico e coinvolgimento del territorio: su queste basi, non certo sull’emotività, si può costruire un rapporto di convivenza tra uomo e specie animali che non metta in pericolo le specie e allo stesso tempo non crei danni all’attività umana, a partire dall’agricoltura. L’esempio della provincia di Cremona va in questa direzione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

24 Ottobre 2016

Commenti all'articolo

  • enrico

    2016/10/25 - 07:07

    Domenica 23 ottobre in piazza Stradivari c'era un gazebo in difesa delle nutrie c'era scritto se non ricordo male che è un animale che va difeso e non eliminato con tanto di foto (montaggio)di una nutria tenuta in braccio! Allora propongo che le nutrie vengano catturate vive e portate in casa di queste persone che tanto le amano e probabilmente sanno poco su questo animale.

    Rispondi

  • Giovanni

    2016/10/25 - 07:07

    Senza una vera politica di sterminio delle nutrie e sottraendo gli ambienti favorevoli alla riproduzione non si va da nessuna parte. Le nutrie sono un pericolo per l'ambiente e la circolazione stradale. E' penoso vedere come fantomatiche associazioni pseudoambientaliste si fanno i soldi con i ricorsi contro le ordinanze dei comuni del cremonese.

    Rispondi

  • DAVIDE

    2016/10/24 - 20:08

    E' importante prevedere sanzioni molto pesanti nei confronti di chi nutre le nutrie: è inutile abbatterle se altri irresponsabili le alimentano.

    Rispondi