il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


STORIA DI PO

Il cigno ferito si è riunito alla sua famiglia

Liberato l'animale che aveva ingoiato due ami da pesca

Il cigno ferito si è riunito alla sua famiglia

Fabiana Ferrari libera il cigno

CREMONA - Una storia di Po a lieto fine, tra gli applausi e la soddisfazione della gente. Il cigno ferito, aveva ingoiato due ami, è tornato in famiglia sul Po. Nel pomeriggio di domenica 16 ottobre i volontari dell’associazione Rescue Dog e la biologa Fabiana Ferrari lo hanno riportato a Cremona dopo l’operazione che gli ha salvato la vita: il veterinario Riccardo Rossi gli ha estratto gli ami. La reintroduzione dell’animale è iniziata alle 14,30 quando la barca pilotata da Armando Catullo e con a bordo Giovanni Gatti e chi scrive, ha lasciato la Bodinco, di fronte alle canottieri, e si è messa in cerca della famiglia di cigni. Il veterinario infatti aveva spiegato che l’animale doveva essere liberato nel punto dove era stato catturato e possibilmente in mezzo agli altri cigni dello stormo. I tre hanno raggiunto la famigliola alla Maginot e poi spento il motore per non disturbarli, a colpi di pagaia hanno ridisceso la Canalina mentre i cigni li seguivano attratti dal cibo che veniva gettato dalla barca. Gli uccelli però arrivati all’imbocco con il fiume non ne hanno voluto sapere di attraversarlo. Nel mentre sul Lungo Po Europa, tra tanta gente in attesa, arrivano i volontari e la gabbia con il cigno operato. Dopo un veloce consulto la biologa Ferrari decide di caricare la gabbia con il cigno e di portarlo sull’altra riva, dove la ‘sua famiglia’ sembrava quasi lo aspettasse. Dopo pochi minuti di navigazione Catullo e i suoi due aiutanti hanno ormeggiato la barca a Punta Bellaria, e scaricata la gabbia con l’aiuto di Ferrari hanno liberato il cigno che, dopo qualche esitazione, si è messo a nuotare nel Po ricongiungendosi alla famiglia. Il maschio adulto lo ha accolto con una ‘allargata’ di ali, segno di aggressività, ma dopo pochi minuti sembra lo abbia riconosciuto e accolto, tanto che lo stormo si è messo a mangiare assieme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

17 Ottobre 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000