il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Assolto il mago Osvaldo, non ci fu truffa

Un cliente querelò quattro anni fa il medium e pretese il rimborso per l'acquisto della candela dai 'poteri magici'

Assolto il mago Osvaldo, non ci fu truffa

Il mago Osvaldo durante una trasmissione televisiva

CREMONA - La delusione di Mario che in cerca di lavoro, aveva acquistato per 57 euro una candela ‘dai poteri magici’, ma il lavoro non lo ha trovato. La soddisfazione di mago Osvaldo Guillermo Berretta, assolto dall’accusa di truffa e che dal suo studio di Monselice (Padova) dice: «Sono contento, mi sembrava di essere in un sogno kafkiano». E promette: «Accenderò una candela per Cristina, Barbara e Alessia», cioè per Cristina Pavarani, il giudice che venerdì 14 ottobre lo ha assolto ‘perché il fatto non sussiste’, per Barbara Tagliafierro, il pm che aveva chiesto l’assoluzione, e per l’avvocato che lo ha difeso, Alessia Vismarra. Sconsolato, Mario: quattro anni fa contattò mago Osvaldo dopo averlo visto in tv, acquistò la candela, poi pretese di essere rimborsato e lo querelò. «Pur essendo un imbroglio, non ha le caratteristiche della truffa, i cui presupposti sono un po’ più forti. Non bisogna essere creduloni», commenta l’avvocato di parte civile Silvia Farina. «Ho una rabbia dentro, perché questo ragazzo mi chiamava da anni, diceva che ero il numero uno, poi è cambiato. Voleva 300 euro, mi diceva che mi avrebbe denigrato in giro». Mago Osvaldo incassa l’assoluzione alla vigilia di «un importante rituale di purificazione a Monselice, il ‘soffio di vita’», quando nel suo studio «sarà mio ospite il portoghese pai (padre) Alberto Tata» e arriveranno in quaranta «anche da Roma, con problemi di autostima o tristi per delusioni d’amore». E vi arriveranno con un fazzoletto bianco e 50 euro in tasca. «Pai Alberto andrà in trans, incorporerà pai Michele che ha 400 anni, metterà il fazzoletto sulla fronte o sul petto di ogni persona e assorbirà il problema». A fine ottobre si replica: lo studio è piccolo e c’è la fila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

14 Ottobre 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000