il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA. TENNIS SCOMMESSE

Partite truccate, in aula il tennista Bracciali

Si sono costituite parte civile il Coni, la Federazione Italiana Tennis e la International Tennis Federation Limited

Partite truccate, in aula il tennista Bracciali

Daniele Bracciali e il tribunale di Cremona

CREMONA - Martedì 11 ottobre in aula a Cremona c'è il tennista Daniele Bracciali, fino al 2014 numero 66 Apt, imputato di associazione a delinquere finalizzata a truccare le partite di tennis di alcuni tornei internazionali. Con Bracciali sono accusati il tennista Potito Starace e Roberto Goretti, ds del Perugia Calcio. Nel processo si sono costituite parte civile il Coni, la Federazione Italiana Tennis e la International Tennis Federation Limited, mentre parte offesa e la Tennis Integrity Unity. Su tali richieste si sono opposti gli avvocati degli imputati. Il collegio sta decidendo in camera di consiglio. In particolare, quanto al Coni, alla Fit e International Tennis Federation Limited, il legale di Bracciali ha sostenuto che "nessuna delle tre ha subito un danni diretto ed immediato, trattandosi di un reato associativo senza nessuna frode sportiva consumata. Tutte lamentano un danno di immagine e un mancato accrescimento economico, ma non sono danni diretti. Per quanto riguarda la Fit, nessuno dei tornei e stato organizzato da questa Federazione". L'inchiesta sul tennis scommesse è nata dalla maxi indagine sul calcio scommesse. Altri tre imputati, i bolognesi Manlio Bruni e Francesco Giannone, ex commercialisti di Beppe Signori, e il veronese Enrico Sganzerla, commercialista, hanno già chiesto il patteggiamento che sarà perfezionato davanti al gup Christian Colombo a dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

11 Ottobre 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000