il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Il suicidio di Jelena, l'ira del Pd su FI

Monta la polemica politica dopo l'interrogazione del consigliere Ghidotti. Galletti: è il sistema sbagliato

Il suicidio di Jelena, l'ira del Pd su FI

Jelena Radojev

CREMONA - Monta la polemica politica sul suicidio di Jelena Radojev, la serba 47enne, residente a Cremona, trovata cadavere con il suo cane sulla spiaggia di Nervi (Genova). La donna aveva cominciato lo sciopero della fame davanti al Comune perché, pur plurilaureata, non trovava lavoro. Il segretario cittadino del Pd Roberto Galletti replica al coordinatore di Forza Italia Carlalberto Ghidotti, che ha chiesto cosa abbiano fatto i servizi sociali. «Invece di inquisire le istituzioni forse sarebbe più corretto interrogarsi non tanto per trovare un colpevole, quanto piuttosto per capire come affrontare insieme talune situazioni e come migliorare gli interventi — dice Galletti —. E’ evidente, infatti, che la crisi economica e sociale degli scorsi anni non sta arretrando, quanto meno nella vita reale delle persone. E se si interrogano i servizi, emerge che le storie delle persone non raccontano ‘solo’ il disagio di non arrivare a fine mese e di non avere un lavoro o almeno un’occupazione che sia degna di essere chiamata ‘lavoro’». «Le situazioni di questo tipo — continua Galletti — sempre più frequentemente sono complicate da fragilità psicosociali, da devianza, dipendenze, malattie mentali. Fragilità che, in realtà, sembrano essere sparite dall’agenda politica e dalle politiche di cura e intervento, troppo spesso settoriali e unidirezionali, anziché integrate. Le risorse sono poche? Senz’altro non siamo più ai tempi d’oro, ma spesso la differenza la possono fare non solo il denaro o il posto di lavoro, quanto un’adeguata cooperazione e integrazione tra tutti i diversi servizi e le istituzioni comunali e regionali (servizi sociali, servizi per il lavoro, consultori, centro psicosociale, servizio psichiatrico), insieme con le realtà del privato sociale che gravitano intorno». «Dunque, se proprio il dito si vuole puntare, forse è meglio farlo sul sistema nel suo complesso, le sue modalità di funzionamento, e non tanto su una singola amministrazione, o servizio, o ancor peggio su un singolo operatore — conclude Galletti —. Siamo tutti in discussione . Senza dubbio la revisione del sistema di welfare locale è un impegno di cui la politica deve farsi carico. Noi e la giunta siamo in campo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Ottobre 2016

Commenti all'articolo

  • gianfranco

    2016/10/11 - 21:09

    ma quando ha governato la città la destra (perri) che cosa ha fatto? assolutamente niente, sta di fatto che alle elezioni i cremonesi non solo non li hanno votati ma li hanno fatti correre a casa. adesso spuntano come funghi i moralisti quelli che le sanno tutte, quelli che si invece di soluzioni portano interrogazioni, le idee non le avevano prima adesso si attaccano alle disgrazie per sentirsi vivi, ma cosi dimostrano solo che i cremonesi hanno fatto molto bene a non votarli.

    Rispondi

    • Diletta

      2016/10/12 - 18:06

      Caro lettore io non faccio la moralista e voi cari signori PD quando siete stati votati avete promesso faremo tutto e di più quello che non ha fatto la destra adesso è comodo parlare così vergogna

      Rispondi

      • gianfranco

        2016/10/12 - 20:08

        cara diletta, io mi ricordo benissimo quando perri, malvezzi e lega hanno brindato sotto la galleria promettendo una città che metteva le ali, ma le ali se le sono messe solo a loro, e cremona è rimasta sempre più vuota e sporca, facevano a spallate per le poltrone lasciando solo il povero perri. che è stato un grande canoista, ma gli hanno fatto fare promesse da marinaio mai mantenute.

        Rispondi

  • Antonio

    2016/10/11 - 13:01

    Galletti ...chiii????

    Rispondi

  • Diletta

    2016/10/11 - 12:12

    Vergogna questa persona era disperata e voi non avete fatto niente vergogna ,si era incatenata ,sciopero della fame e voi politici PD ? Vergogna

    Rispondi

  • 2016/10/11 - 11:11

    ecco cari Cremonesi,questo è il volto umano del PD e della sinistra che si straccia le vesti solo per delinquenti e finti migranti.Quando poi esistono persone perbene come questa signora li ignorano e insultano sin da morti.Fate veramente ribrezzo e Cremona si merita di essere amministrata da gente come voi

    Rispondi

  • maria teresa

    2016/10/10 - 10:10

    trovo allucinante la risposta di Galletti.Non una parola di umana pietà e dolore.Sembra che sia colpa della signora se ha avuto il cattivo gusto di suicidarsi proprio nel momento in cui i servizi non sono collegati o meglio,i collegamenti che c'erano,sono stati distrutti.Il welfare locale e generale è tutto fermo in attesa del radioso referendum,anche l'aggiornamento del personale a quanto pare.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000