il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Tombe rotte tra bisce e sporcizia

Protesta per il degrado dei 'tumuli di povertà'

Tombe rotte tra bisce e sporcizia

Una delle tombe in cattive condizioni

CREMONA - Da museo a cielo aperto a vergogna della città. E’ una deriva che non fa onore a Cremona quel che accade nel Cimitero civico. La denuncia, documentata da foto che dicono tutto, è opera di alcuni cittadini non si sa se più arrabbiati o sconcertati ed è destinata a tenere banco a lungo. Almeno fino a quando i responsabili della struttura faranno la loro parte per rimettere tutto in sesto. Quel che accade ora, secondo molti, non è accettabile. La protesta è montata nel corso delle ultime settimane, quando le condizioni dell’area in cui si trovano le cosiddette ‘tombe di povertà’, in tutto un centinaio, quelle dove riposano le persone che in vita non se la sono passata bene, almeno da un punto di vista economico, sono parse il set di un film dell’orrore più che una porzione di un cimitero di una ricca città del Nord Italia. Erba alta, tombe rotte, avvistamenti di bisce continui, croci sparite o abbattute, il degrado che ha iniziato a invadere la zona confinante, quella dove ci sono tombe più curate e dove i parenti dei defunti non hanno accettato di vedere degradare la situazione settimana dopo settimana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

29 Settembre 2016

Commenti all'articolo

  • gianfranco

    2016/09/30 - 20:08

    stando alla foto che si vede nell'articolo, quella tomba è da un bel p'o di tempo che aspetta, quando demicheli visto che prende sempre a cuore i problemi, era lui assessore addetto al cimitero perchè? non ha sistemato queste tombe, forse doveva controllare il dipendente che coltivava l'orto in orario di lavoro, compreso di piantine di marijuana.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000