il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Super violino: sospensione temporanea dei lavori

Chiesti all’Ufficio legale del Comune approfondimenti sui vincoli ambientali e monumentali

Super violino: sospensione temporanea dei lavori

Come apparirà la scultura

CREMONA - La statua raffigurante un super violino in costruzione nel giardino del piazzale della stazione ferroviaria, accanto al monumento di Giuseppe Garibaldi, fa discutere. La Commissione per il paesaggio ha chiesto all’Ufficio legale del Comune un approfondimento e, nell’attesa della risposta, ha sollecitato la sospensione temporanea dei lavori. Sospensione che dovrebbe scattare nei prossimi giorni. La scultura in arrivo, chiamata ‘L’anima della città’, ha un’altezza di otto metri ed è in acciaio inox. L’opera d’arte, firmato dall’architetto Giorgio Palù, cambierà colore al variare della luce. La collocazione originaria era prevista al centro della grande aiuola di porta Venezia, ma la location è stata cambiata strada facendo.

Il cantiere in via Dante per il basamento è cominciato due settimane fa. Il progetto è arrivato, durante l’ultima seduta di martedì 6 settembre, sul tavolo della Commissione per il paesaggio, l’organismo (la vecchia Commissione edilizia), presieduto dall’architetto Massimo Terzi e composto esclusivamente da tecnici (altri quattro architetti e un geologo), che esprime parere obbligatorio ma non vincolante. Alla riunione erano presenti, in rappresentanza del Comune e per ‘difendere’ la statua, l’assessore alla Rigenerazione urbana Barbara Manfredini e l’ingegner Marco Pagliarini, dirigente dei Lavori pubblici. La discussione non ha riguardato — è bene chiarirlo — gli aspetti estetici e artistici del progetto, ma si è concentrata sui risvolti amministrativi. Il confronto si è chiuso con la sollecitazione da parte della Commissione di un approfondimento all’Ufficio legale del Comune in merito ai vincoli ambientali e monumentali. In parallelo è partita la richiesta di sospendere i lavori sino alla definizione del parere. Dall’ente, nel confermare la sostanza della vicenda, si getta acqua sul fuoco: si tratta di una vicenda esclusivamente di natura amministrativa. Quanto al cantiere, si precisa sempre in municipio, l’intervento è continuato anche dopo la seduta della Commissione ma unicamente perché c’era da complementare la pavimentazione, dopo di che i lavori verranno interrotti sino, appunto, alla messa a punto del chiarimento giuridico. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

11 Settembre 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000