il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Spacciatore scaglia la bici contro i carabinieri e si dà alla fuga, arrestato

Il nigeriano, 33 anni, è stato bloccato anche grazie a un passante che ha prestato la sua bicicletta al militare che si era posto al suo inseguimento

Spacciatore scaglia la bici contro i carabinieri e si dà alla fuga, arrestato

Una pattuglia dei carabinieri

CREMONA - I Carabinieri della Stazione di Cremona, al termine di accertamenti, nel primo pomeriggio di sabato 10 settembre, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio un cittadino nigeriano di 33 anni domiciliato in città. L’uomo, già noto alle forze dell'ordine per un precedente arresto sempre in materia di stupefacenti, è stato individuato nei pressi della stazione di Cremona a bordo di una bicicletta. Quando i militari gli hanno intimato di fermarsi ha scagliato la bici contro di loro, tentando la fuga a piedi. Immediatamente uno dei due carabinieri ha cominciato l'inseguimento a piedi del 33enne che ha tentato di disfarsi di un involucro, ma subito recuperato da un passante che lo ha consegnato ai due carabinieri, dentro il quale c'erano 30 grammi di “marijuana”.

L’inseguimento del nigeriano è terminato in via Filzi grazie anche al fatto che il carabiniere ha potuto utilizzare una bicicletta datagli in prestito da un cittadino che aveva assisto alla scena. Il militare è riuscito così  a raggiungerlo e bloccarlo non prima di aver avuto una breve colluttazione senza riportare conseguenza alcuna.

Al termine degli accertamenti Anthoni Oijangbe è stato tratto in arresto per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. Lunedì 12 in mattinata si svolgerà il processo con rito direttissimo come disposto dal pm Ignazio Abbadessa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

10 Settembre 2016

Commenti all'articolo

  • Vania

    2016/09/11 - 09:09

    Queste sono le risorse della Boldrini e il dono di Dio di Papa Francesco!!!!

    Rispondi

  • Andrea

    2016/09/11 - 09:09

    .....per caso e' un poveretto richiedente asilo...? Sarebbe utile a onor di cronaca pubblicare tutti i dati di questo emerito pezzo di....tradotto...generalita', residenza, se esiste, permesso di soggiorno, se e' gia' stato processato in passato per direttissima almeno venti volte ecc ecc.... Personalmente su certi soggetti la mia coscienza svanisce per magia...questo lo vorrei vedere morto. Con buona pace per papa Francesco e soci......

    Rispondi

  • enrico

    2016/09/10 - 21:09

    Non si può dire che questi stranieri non siano una risorsa per le forze dell'ordine le quali farebbero volentieri a meno.

    Rispondi

  • Nicola

    2016/09/10 - 20:08

    Il delinquente, dove abita? Ha un regolare contratto di affitto? Chi eventualmente lo ospita, chi è? Allontaniamo queste persone!!!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000