il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


NELLE ZONE TERREMOTATE

Gattino fra le macerie, cavalli senz'acqua e cani rimasti soli

Alcuni degli interventi compiuti dai nostri Vigili del Fuoco

Gattino fra le macerie e cavalli senz'acqua

Acqua per i cavalli

CREMONA - Un gattino recuperato tra le macerie e restituito a una bimba che ha perso la madre: il primo sorriso dopo giorni durissimi. Un cane riaffidato a un’anziana che ha perso tutto. Due cavalli abbandonati, rimasti senz’acqua, soccorsi tramite un’autobotte, quando le loro condizioni cominciavano a essere davvero preoccupanti. Sono gli ultimi tre interventi garantiti da Andrea Foggetti, il capo squadra dei vigili del fuoco di Cremona che da giorni si muove nelle aree terremotate del Centro Italia con l’obiettivo di trarre in salvo, in particolare, gli animali vittime del sisma, che pagano un conto davvero salato. Tutti gli interventi di Foggetti sono seguiti dai cremonesi tramite il sito Facebook di un’associazione animalista che pubblica le foto degli interventi e mette in risalto l’attività svolta dai vigili del fuoco su quel fronte. I volontari delle associazioni seguono Foggetti nelle zone rosse dove da soli non potrebbero entrare perché pericolose.

Il recupero del gattino della bimba è avvenuto nella frazione Sant’Angelo, dove la piccola ha perso la mamma e la casa. «Poi è stata la volta del cagnolino riportato alla proprietaria, molto anziana, che ha perso ogni cosa: vive in tenda e non ha più casa. Il sorriso di queste persone nel riavere la propria bestiola e la felicità nei loro occhi è impagabile».

I cavalli sono stati soccorsi a Saletta. «I volontari animalisti mi hanno informato della presenza di due cavalli rimasti soli nel recinto. Mi sono recato sul posto, raggiungibile solo superando una montagna di macerie, e ho trovato questi due animali che non bevevano da molti giorni. Avevano come cibo un mezzo ballone di fieno ma l’urgenza principale era l’acqua. Erano molto agitati: mi venivano incontro e poi correvano verso la vasca vuota e iniziavano a leccarla. Il proprietario era ricoverato in ospedale. Su un fuoristrada requisito ho montato il modulo per gli incendi boschivi, riempito di acqua, e ho raggiunto gli animali per poi dissetarli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

10 Settembre 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000