il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Ondata estiva di furti in casa, periferie nel mirino

Trenta colpi nell'ultimo mese, cresce il controllo di vicinato via social network

Ondata estiva di furti in casa, periferie nel mirino

Una casa 'visitata' dai ladri

CREMONA - Due furti alla Cava. Altrettanti allo Zaist. Incursioni nelle villette di via Boschetto ma anche in via Novati e al Cambonino. Morale: trenta colpi nel corso dell’ultimo mese. E dietro ognuna di queste incursioni ci sono rabbia, paura, scoramento che si prova nel vedersi sottratti oggetti che, anche quando il valore economico è limitato, contano molto a livello affettivo.

I furti che hanno fatto ‘più male’ sono stati messi a segno allo Zaist (via argenteria per quasi ventimila euro) e a Cavatigozzi dove, da una casa, sono spariti alcuni quadri di un importante artista lombardo.

Malgrado questa recrudescenza estiva, i ladri specializzati nei furti in appartamento hanno trovato, di recente, un nemico giurato nei legami di vicinato che permettono, soprattutto tramite internet e i social network, di segnalare in tempo reale situazioni anomale e presenze sospette.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

05 Settembre 2016

Commenti all'articolo

  • carmen

    2016/09/06 - 16:04

    importante che il primo cittadino non subisca furti.....poi per resto.......sono affari tuoi. Gli unici che ci salvaguardano sono le forze dell'ordine. Ed a questi un grazie

    Rispondi

  • Antonio

    2016/09/06 - 13:01

    Della sicurezza i città DEVE per legge occuparsene il primo cittadino e visti i risultati è meglio che si dimetta!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000