il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASTELLEONE

Autovelox, boom di sanzioni: ancora mille multe al mese

Attivato a febbraio sulla Paullese, emessi verbali per oltre 400mila euro

Autovelox, boom di sanzioni: ancora mille multe al mese

Il rilevatore di velocità installato lungo la Paullese a Castelleone

CASTELLEONE — Sei mesi dopo la sua attivazione l'autovelox di Castelleone continua imperterrito a sfornare multe su multe. La media si aggira ancora sui mille verbali al mese. A riprova che forse, a dispetto delle perplessità iniziali, l’idea di posizionare il rilevatore in quel punto della Paullese non era così sbagliata.

I dati di agosto sono eloquenti: «Da sabato 13 a mercoledì 17 — spiega il comandante della polizia provinciale, Mauro Barborini — abbiamo emesso 230 sanzioni. Di solito dopo i primi mesi si assiste a un calo anche piuttosto sensibile delle violazioni, invece qui a Castelleone la riduzione è stata minima. Chi percorre la Paullese tutti i giorni ormai si regola e rispetta il limite di velocità. Ma nei fine settimana, soprattutto di sera, sono ancora tanti, troppi, quelli che oltrepassano i 90 chilometri all’ora».

Dopo sei mesi di ‘lavoro’, l’autovelox fisso installato dalla polizia provinciale ha permesso di fatturare oltre 400mila euro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

25 Agosto 2016

Commenti all'articolo

  • PFG

    2016/08/29 - 09:09

    Prima, con traffico scorrevole si andava sempre sopra i 90 lì. Resta il pericolo di chi sorpassa all'inizio della curva successiva.

    Rispondi

  • Giampaolo

    2016/08/25 - 20:08

    Sbagliare è umano perseverare è diabolico. Nemmeno le sanzioni servono a porre limiti ai pirati della strada. Purtroppo il ns tenore di vita, ci impedisce un comportamento civile. L'educazione si è persa per sempre, il rispetto è diventato un optional, il menefreghismo imperante stravolge la ns coscienza, i doveri sono caduti nel dimenticatoio, i diritti hanno preso il sopravvento su tutto e tutti, Il DIO DENARO SI E' INSINUATO NELLA MENTE. Oramai vige il "CHI FA' DA SE FA' PER TRE". come finiremo se andiamo avanti di questo passo? Cosa lasceremo ai ns figli?

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000