il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Rapina a mano armata al kebab, preso 17enne romeno

Presentati a Roma i risultati del progetto 'Wanted' volto a catturare i criminali latitanti, il minore è uno dei 252 arrestati in tutta Italia in poco più di un mese

'Wanted', a caccia di latitanti: in città preso 17enne romeno

CREMONA - Ha dato i suoi frutti anche a Cremona il progetto 'Wanted', presentato a Roma il 28 luglio, e teso alla ricerca e alla cattura dei criminali latitanti. 

In particolare i poliziotti della Squadra mobile, hanno dato il loro contributo individuando e arrestando un minore, M.M. 17enne, di origine romena, responsabile di una rapina a mano armata avvenuta insieme ad altri tre ragazzi, ai danni di un kebab in via Aselli, il 9 ottobre del 2014. Quella sera, infatti, il 17enne, mentre era in compagnia dei suoi compagni, si fermava presso il kebab ove consumava un panino. Una volta finito di mangiare, però, il gruppo si allontanava senza pagare. Il proprietario li richiamava chiedendo spiegazioni, ma riceveva per tutta risposta una pistola puntata alla gola da parte dell’arrestato che poi si allontanava indisturbato.

Tornando al progetto - i cui risultati sono stati presentati a Roma nell’aula Calipari della Scuola superiore di polizia, dedicato al commissario della Polizia di Stato Beppe Montana, caduto in servizio nel 1985, ucciso a Palermo dai killer della mafia - è espressamente mirato alla ricerca e cattura, di criminali latitanti, cioè di coloro su cui pende un provvedimento restrittivo della libertà, emesso dall’autorità giudiziaria, ma si sono rese irreperibili. L’operazione ha coinvolto la tutte le 103 Squadre mobili delle Questure, coordinate dal Servizio centrale operativo (Sco) della polizia di Stato, in collaborazione con le donne e gli uomini dei commissariati e delle Specialità della polizia di Stato.

L’attività di ricerca, svolta dal 14 giugno al 25 luglio, ha ha permesso di assicurare alla giustizia 252 latitanti, 233 uomini e 19 donne; 111 arrestati sono di nazionalità italiana e 141 stranieri. Inoltre sono state localizzate anche 15 persone che, per sottrarsi alla cattura, si erano trasferite all’estero per le quali sono state avviate le procedure di finalizzate alla loro cattura da parte delle forze di polizia straniere. I reati maggiormente contestati ai soggetti catturati sono: traffico e spaccio di stupefacenti (38), furto (38), rapina (21), ricettazione (11) ed evasione (10).

30 Luglio 2016

Commenti all'articolo

  • enrico

    2016/07/30 - 20:08

    Sarebbe meglio lasciare questi delinquenti a casa loro.

    Rispondi

  • vittorio

    2016/07/30 - 19:07

    L'eccellenza sta nelle nostre FORZE DELL' ORDINE ,ma poi arriva la magistratura ad applicare le nostre leggi!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000