il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Area vasta, il dado è tratto: Cremona-Crema-Mantova

Nel vertice di mercoledì 13 luglio è emerso chiaramente quale sarà l'orientamento, le 'resistenza' cremasche sono state valutate ma non c'è spazio nell'area Metropolitana che comprende Milano, Lodi e Monza-Brianza

Area vasta, il dado è tratto: Cremona-Crema-Mantova

CREMONA - La decisione ufficiale ancora non c’è: per esigenze tecnico-burocratiche, nello specifico per la necessità di adeguare i profili di intervento relativi alle comunità montane e per l’opportunità di superare preliminarmente alcune criticità amministrative in relazione alle funzioni di vari enti secondari, il vertice di mercoledì 13 luglio in Regione sulla divisione delle attuali province lombarde in Aree Vaste si è chiuso con la scelta, condivisa, di rinviare il responso a fine mese. Ma il dado è tratto: nel corso della cabina di regia, incominciata alle undici e conclusa oltre due ore dopo, si è infatti «preso atto con rispetto» delle resistenze cremasche al matrimonio con Cremona e Mantova, riconoscendole come «degne di attenzione», ma è stato ribadito, stavolta in maniera apparentemente definitiva, che è quella la sola prospettiva ritenuta accettabile per il futuro del territorio. Quello è l’indirizzo e da quell’orientamento il Pirellone non retrocederà. Con buona pace della manifestata propensione di Crema verso Lodi, che invece si accorperà all’Area Metropolitana che comprenderà anche Milano e Monza e Brianza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

14 Luglio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000