il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


COLPITI I VERTICI DELLA 'C.R.E. SPA'

Spandimento illecito dei fanghi destinati all'agricoltura, sei arresti

Almeno 400 le operazioni non regolari accertate durante le indagini

Gestione illecita dei fanghi destinati all'agricoltura, sei arresti

Un'auto dei carabinieri

CREMONA - Dalle prime ore di martedì 12 luglio, a conclusione di una articolata e complessa attività d’indagine svolta dalla Polizia Provinciale di Lodi e coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano, il sostituto procuratore Piero Basilone, i Carabinieri del Gruppo per la Tutela dell’Ambiente di Milano, in collaborazione con i Comandi Provinciali Carabinieri di Milano, Cremona, Lodi e Pavia, il Gruppo Carabinieri di Monza e con il supporto di personale delle Polizie Locali di Piacenza, Lodi e Crema, hanno dato  esecuzione a 6 ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari, oltre a numerose perquisizioni e sequestro di beni, emesse dal gip di Milano a carico di appartenenti a una strutturata organizzazione criminale facente capo ad imprenditori operanti nel campo del trattamento e recupero rifiuti che, unitamente ad alcune aziende di trasporto ed agricole compiacenti, attraverso vari meccanismi smaltivano illecitamente - mediante spandimento al suolo - ingenti quantità di fanghi da depurazione nell'ordine di circa 110.000 tonnellate nel periodo di attività 2012-2015. L'attività illecita ha interessato numerosi comuni ubicati prevalentemente nelle provincie di Lodi, Cremona e Pavia. 

Arrestati con l'accusa di traffico illecito di rifiuti l'amministratore Unico della 'C.R.E. S.p.A.' e 5 dipendenti della medesima società. Complessivamente sono 11 le persone che risultano coinvolte ed indagate a vario titolo nel corso delle indagini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

12 Luglio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000