il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Strangolò la moglie, delitto per futili motivi

Omicidio di via dell'Annona: il 19 settembre prossimo il 54enne Saddike Chabli sarà processato con il rito abbreviato

Strangolò la moglie, delitto per futili motivi

Carabinieri davanti alla casa in cui si è consumato l'omicidio

CREMONA - Sarà processato con il rito abbreviato Saddike Chabli, il marocchino di 58 anni che nella notte tra l’11 e il 12 gennaio scorso, uccise, strangolandola, la moglie Nadia Guessous, 45 anni, nella casa di via dell’Annona, civico 5, vicino allo stadio Zini, mentre le due figlie erano in Marocco. L’accusa è di omicidio volontario. La pm, Lisa Saccaro, contesta all’uomo anche le aggravanti della premeditazione e dei futili motivi. Il processo è fissato per il 19 settembre prossimo davanti al gup, Pierpaolo Beluzzi, al quale l’avvocato Alessandro Vezzoni aveva inizialmente chiesto, senza ottenerlo, l’abbreviato condizionato ad una perizia psichiatrica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

08 Luglio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000