il network

Venerdì 02 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Ha ucciso la moglie malata, Marini ha chiesto il rito abbreviato

L'omicidio nel febbraio scorso, l'uomo poi aveva tentato il suicidio

Ha ucciso la moglie malata, Marini ha chiesto il rito abbreviato

I carabinieri pongono i sigilli alla casa di via Brenti

CREMONA - Ha scelto di essere processato con il rito abbreviato Libero Marini, il pensionato di 76 anni che nella notte tra il 12 e il 13 febbraio, scorsi uccise con una coltellata alla gola la moglie malata, Ernestina Chiari, per tutti 'Bianca', di 72 anni, nell’abitazione di via Brenti, nel quartiere Giuseppina. Il processo davanti al gip, Christian Colombo, è fissato per il 22 settembre prossimo. Omicidio volontario aggravato dal rapporto di coniugio è l’accusa che gli contesta il pm Laura Patelli, la quale per Marini aveva chiesto il giudizio immediato e a sua volta, la difesa ha chiesto per il pensionato l’abbreviato. La tragedia familiare si era consumata intorno alle due di notte nell'appartamento di via Brenti. La coppia felice descritta dagli amici, non c'era più da quando ‘Bianca’ era stata colpita da un ictus. Il 12 febbraio, venerdì, Bianca era stata dimessa dall'ospedale, in casa Libero aveva risistemato alcuni locali per assicurare alla moglie più comodità; mentre Bianca dormiva, il marito l’aveva uccisa con una coltellata alla gola. Voleva togliersi la vita, Libero. Dopo aver ingerito farmaci in abbondanza, aveva tentato di tagliarsi le vene, ferendosi in maniera superficiale, al polso sinistro. Per tutta la notte aveva vegliato Bianca, sarà la badante a chiamare il 118 e i carabinieri la mattina seguente, ai quali il pensionato racconterà che Bianca gli aveva detto di volerla fare finita, versione che aveva ripetuto dal letto dell’ospedale, dove era stato ricoverato, piantonato in stato d’arresto. «Era entusiasta all'idea di tornare a casa», aveva raccontato un amico di Bianca, l’ultima persona ad averla vista viva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Luglio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000