il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Recuperata dai carabinieri la croce del vescovo Bolognini

Rubata in seminario il 5 ottobre 2008, è stata trovata in una roulotte di nomadi Sinti dai militari del Comando provinciale di Novara

Recuperata dai carabinieri la croce del vescovo Bolognini

La croce recuperata e nel riquadro il vescovo Bolognini

CREMONA - Era il 5 ottobre del 2008, la notte fra un sabato e una domenica: scassinati due cancelli e tre porte, e messo fuori uso gli allarmi, una banda di almeno tre, quattro ladri aveva assaltato il seminario di via Milano e puntato dritto alla cassaforte, poi sventrata col flessibile. Incursione da specialisti e colpo grosso quanto sacrilego: oltre ai soldi, i malviventi avevano rubato anche le croci pettorali e gli anelli portati dai vescovi defunti Geremia Bonomelli, Giovanni Cazzani e Danio Bolognini. La croce appartenuta a quest’ultimo è stata recuperata: otto anni dopo, nei giorni scorsi, l’hanno ritrovata in una roulotte i carabinieri del Comando provinciale di Novara nell’ambito di un’operazione che, con 42 arresti e il sequestro di beni per tre milioni di euro, ha disarticolato una gang formata da nomadi Sinti, ricettatori accusati di aver immesso sul mercato oggetti preziosi provenienti da almeno 400 razzie commesse fra Piemonte e Lombardia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Luglio 2016

Commenti all'articolo

  • NICOLA

    2016/07/06 - 19:07

    Ma i Carabinieri farsi gli affari loro no,eh??? Queste son cose da risolversi in famiglia.....si, perché?? Santa Romana Ecclesia non dice che siamo tutti un'unica grande famiglia??? Quindi a Villa Vaticano Vaticanorum questi galantuomini zingari dovrebbero essere come a casa loro e liberi di prendere ciò che vogliono,no??? Graditissimi ospiti come quando entrano in tutte le altre case......o per i buoni predicatori questo non vale????

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000