il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Migranti nei pantani burocratici

Da Cremona ricorso alla corte Ue. Appello alla Cedu di Cervi: "Soggetti deboli non tutelati"

Migranti nei pantani burocratici

Migranti appena arrivati alla Casa dell'Accoglienza

CREMONA - Parte da Cremona il ricorso individuale alla Corte europea dei Diritti dell’Uomo. Un atto che punta a stigmatizzare, nella speranza di una svolta, le pesanti conseguenze dell’attuale assetto burocratico che, a giudizio del ricorrente, impedisce il riconoscimento da parte dell’Italia dei migranti qui ospitati «non dando loro una giusta certificazione idonea, se non in tempi lunghissimi, che alla fine sanciscono il ritorno dei medesimi al loro paese d’origine, dopo anni in Italia senza aver avuto la possibilità di studiare e lavorare». Il ricorso, destinato ad avere uno strascico pesante, con un impatto che potrebbe andare oltre i confini nazionali, è stato inviato nei giorni scorsi da Gabriele Cervi che intende mettere sotto i riflettori «una problematica umanitaria riguardante i migranti ospitati in Italia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

03 Luglio 2016

Commenti all'articolo

  • enrico

    2016/07/03 - 11:11

    Giustissimo tenere chi ha diritto ma altrettanto giusto rimpatriare chi questo diritto non ha. Purtroppo la nostra burocrazia e demenziale e alla fine succede quello che è sotto gli occhi di tutti.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000