il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Il citofono di piazza Zaccaria , suonare 'vescovo'

Napolioni, disponibilità e familiarità per una Chiesa più vicina alla gente

Il citofono di piazza Zaccaria , suonare 'vescovo'

Il citofono sul palazzo vescovile

CREMONA - Punta molto sulla cultura e sulla comunicazione, il vescovo Napolioni, che ha appunto costituito un apposito settore della curia coordinato da monsignor Alberto Franzini, parroco della cattedrale. Ma le sorprese non mancano: incaricato diocesano della pastorale delle comunicazioni sociali è don Enrico Maggi, attuale parroco di Roggione e Pizzighettone, avrà al suo fianco, per il portale web diocesano, don Claudio Rasoli. Monsignor Attilio Cibolini rimane come responsabile della radio, e monsignor Vincenzo Rini è sempre il direttore del settimanale diocesano ‘La Vita Cattolica’. I beni e le attività culturali della diocesi passano a don Gianluca Gaiardi, mentre monsignor Achille Bonazzi, che questo ufficio ha creato e seguito con competenza per decenni, si dovrà far carico della costituzione del museo diocesano, i cui lavori sono in corso grazie all’intesa con la Fondazione Giovanni Arvedi e Luciana Buschini. Museo al quale Bonazzi crede da sempre. Tempo libero e pellegrinaggi vedono la conferma di don Roberto Rota, mentre l’archivio storico diocesano è affidato a don Paolo Fusar Imperatore, che prende il posto di don Andrea Foglia. In tema di comunicazioni, il vescovo Napolioni non si è limitato alle nomine, ha fatto qualcosa di inedito: un citofono sul palazzo vescovile, di fianco al portone d’ingresso. Sul citofono c’è l’indicazione ‘vescovo’. A chi, in questi giorni, ha suonato è capitato di sentirsi rispondere da Napolioni in persona, ‘suonate e vi sarà aperto’.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

18 Giugno 2016

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2016/06/19 - 09:09

    Sacramento della confessione via citofono ? Se così non è , a cosa serve questa sceneggiata.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000