il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


ORZINUOVI/SONCINO

Strisce di coca sul cofano dell'auto

Tre giovani soncinesi sorpresi dall’Arma, uno fugge: preso dopo 2 chilometri

Strisce di coca sul cofano dell'auto

Un controllo notturno dei carabinieri

ORZINUOVI — Consumavano dosi di cocaina in mezzo alla strada, in piedi di fronte all’automobile e chinati sul cofano dove avevano disposto le ‘strisce’ da sniffare. Fermati dai carabinieri dopo un rocambolesco inseguimento a piedi per la periferia orceana tre giovani soncinesi e un residente della Bassa Bresciana. Dopo essere stato scoperto dall’Arma mentre assumeva la droga insieme agli amici, un 27enne del borgo ha corso per quasi due chilometri e mezzo prima di essere placcato dal comandante Riccardo Rosati. L’episodio ha coinvolto tre giovani del borgo che, in compagnia di un amico di Castelcovati, si sono ritrovati all’uscita dalla discoteca della cittadina bresciana per consumare un paio di grammi di cocaina. Il gruppo ha deciso di sniffare alcune ‘strisce’ e impacchettare una dose ulteriore proprio sulla strada antistante la discoteca, consumando poi il tutto sul cofano della propria vettura, non curandosi dei molti testimoni. Scoperti durante un pattugliamento notturno dai carabinieri della stazione locale, i giovani, di età compresa tra i 20 e i 30 anni, alla vista delle divise hanno frettolosamente riposto la polvere rimasta in un sacchetto per poi allontanarsi in una via secondaria. Immediatamente raggiunti, tre dei quattro si sono subito ‘consegnati’ ai militari mentre un quarto ragazzo, un 27enne residente a Soncino, si è dato alla fuga correndo verso l’area commerciale. Durante la corsa il giovane ha gettato a terra il sacchetto contenente lo stupefacente non ancora consumato, subito recuperato dai carabinieri e consegnato alla scientifica che ne ha appurato la natura psicotropa. A inseguire il giovane è stato il comandante Rosati. La corsa è durata per molti minuti, tanto che il sospettato, partito da via Cesarina, è stato bloccato dal maresciallo nel piazzale del centro commerciale di via Adua, a più di 2 km di distanza. Per i quattro qualche ora in caserma e una segnalazione alla Prefettura come consumatori ma nessuna denuncia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

17 Giugno 2016

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2016/06/18 - 08:08

    Fatemi capire. Consumare cocaina comporta una semplice segnalazione. Ma allora è come farsi un paio di bianchini per poi mettersi al volante! NO: forse rischi di più col vino.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000